Scuole, Varese candida sei strutture scolastiche a bandi per la riqualificazione

0
645
VARESE, 18 gennaio 2022-Le scuole varesine sono ancora al centro di un intenso programma di interventi, con la candidatura da parte dell’amministrazione di altre sei strutture scolastiche a progetti di riqualificazione all’interno del PNRR.
Si tratta di progetti che prevedono la riqualificazione di tre palestre scolastiche, la creazione di un nuovo polo scolastico sportivo ad Avigno, l’ampliamento della mensa di una primaria e infine la riqualificazione di una scuola per l’infanzia. Questi sono i primi progetti con cui il Comune di Varese intende dare continuità al piano di valorizzazione del patrimonio edilizio scolastico, per creare strutture più moderne, sostenibili ed efficienti dal punto di vista energetico: un piano che negli ultimi cinque anni ha già interessato quaranta strutture scolastiche e che ora prosegue grazie alle nuove opportunità del PNRR.

“La partecipazione a questi bandi rientra all’interno di una riflessione che il Comune di Varese ha già avviato a partire da cinque anni fa – spiega il sindaco Davide Galimberti – incentrata su una

La scuola Baracca a Varese

visione della scuola come spazio di apprendimento innovativo, adeguato alle nuove esigenze didattiche di studenti e docenti. Ora possiamo proseguire il lavoro già svolto aprendo a nuove possibilità grazie ai fondi e alle opportunità del PNRR”.

Tre interventi riguardano gli impianti sportivi scolastici, con l’obiettivo di creare strutture moderne, sostenibili e ad alte prestazioni energetiche: si tratta della secondaria Vidoletti e delle primarie Locatelli e Sacco. Le opere, con un importo complessivo previsto di quasi 2 milioni di euro, mirano alla riqualificazione architettonica e funzionale delle strutture sportive presenti nelle scuole, con opere di efficientamento energetico come ad esempio l’installazione dell’impianto solare fotovoltaico, l’illuminazione a LED, l’isolamento a cappotto, l’ammodernamento dell’impianto di termoregolazione e con l’installazione di nuovi infissi.


Un altro intervento riguarda la creazione di un nuovo polo scolastico sportivo ad Avigno, con la ricostruzione della primaria Galilei. L’obiettivo è quello di dare vita a una struttura scolastica caratterizzata da alta qualità architettonica e con le più innovative tecnologie di efficienza energetica, per ambienti di apprendimento funzionali alle nuove esigenze didattiche e formative. Il progetto è candidato nell’ambito del PNRR, per un importo totale previsto di oltre 6 milioni di euro.

L’amministrazione candida poi a progetti di riqualificazione altre due strutture scolastiche: la primaria San Giovanni Bosco, con l’ampliamento dell’edificio per realizzare la mensa scolastica, di cui la struttura al momento è priva, per un importo previsto di circa 400 mila euro, e infine la scuola per l’infanzia Le Costellazioni di Giubiano, per riqualificare la struttura con diverse tipologie di interventi, dall’efficientamento energetico a opere per adeguare gli spazi alle nuove esigenze didattiche, per un importo previsto totale di quasi 1 milione di euro.

“Varese continua l’opera di riqualificazione delle strutture scolastiche – spiega l’assessore ai Lavori Pubblici Andrea Civati – Una progettualità che non si ferma qui e che proseguirà ulteriormente, con nuove riflessioni e aperture a futuri bandi per interventi rivolti ad altre strutture, come le scuole Dante, Righi, Fermi e altre ancora”.

“Scuole moderne, sostenibili, con ambienti accoglienti e adatti alle nuove esigenze di didattica – dichiara l’assessora ai Servizi educativi Rossella Dimaggio – sono oggi la prerogativa per l’adeguata formazione dei nostri alunni e delle nostre alunne”.
image_pdfimage_printStampa articolo

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui