Lunga lettera di Trenord che risponde ai pendolari e clienti, che avevano ‘osato’ criticare il servizio

0
413
VARESE, 3 febbraio 2022-Lunga lettera di Trenord che risponde ai pendolari e clienti, che avevano “osato” criticare il servizio di trasporto pubblico offerto.
Una lettera che si caratterizza per essere in realtà quasi un attacco verso coloro che avevano criticato l’azienda, in cui si parla di disinformazione e si indicano gli aspetti migliori del servizio, criticando invece, a tratti in modo aggressivo, le categorie di pendolari e rappresentanti dei consumatori.
La risposta di Codacons: “Una strategia comunicativa che deve essere in toto criticata, inaccettabile – attacca il Presidente del Codacons, Marco Donzelli – in primo luogo in quanto doveva essere la Regione a rispondere direttamente delle critiche fatte e non l’azienda, ma in secondo luogo per i toni utilizzati quasi a voler zittire le più che legittime critiche che pendolari e consumatori svolgono nei confronti del servizio offerto (e lautamente pagato) all’utente. Non dimentichiamo che i prezzi dei biglietti negli ultimi anni sono cresciuti significativamente per il singolo pendolare, ma di contraltare il servizio non è migliorato, moltissimi utenti si dimostrano insoddisfatti tra soppressioni, treni sporchi, malfunzionamenti, ritardi ecc. che puntualmente si verificano sulle linee.
Un’azienda che ha a cuore il servizio, invece di criticare pubblicamente chi ‘osa’puntare il dito su quanto offerto dovrebbe rimboccarsi le maniche e capire perché la maggior parte degli utenti non sono soddisfatti del servizio offerto.
Chiediamo a Regione Lombardia di rispondere in merito alle critiche legittime rivoltole per il sistema di trasporto pubblico senza nascondersi dietro Trenord”.
image_pdfimage_printStampa articolo

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui