Licenziata poi reintegrata dal giudice lavoratrice della Leggiuno Spa

0
548

LEGGIUNO, 10 febbraio 2022-E’ stata reintegrata dal giudice nel suo posto in azienda una lavoratrice ingiustamente licenziata dalla Leggiuno Spa, storica azienda del varesotto famosa per produzione di tessuti.

L’azienda, nonostante la lavoratrice si fosse sempre detta estranea ai fatti, le aveva addebitato di avere adottato condotte contrarie ai propri doveri.

A seguito del licenziamento la lavoratrice, associata a Filctem Cgil di Varese e affiancata dalla stessa e dall’Ufficio Vertenze Cgil Varese, dava mandato allo Studio legale Bordone al fine di tutelare i propri diritti.

Il Tribunale di Varese, con ordinanza depositata il 7 febbraio 2022, ha integralmente accolto il ricorso promosso dalla lavoratrice, riconoscendone le ragioni e disponendone l’immediata reintegrazione in servizio.  Il Tribunale di Varese ha poi condannato la società al risarcimento del danno e al versamento dei contributi previdenziali e assistenziali.

Ernesto Raffaele, della Filtcem CGIL, e Giovanna Bianchi, responsabile Ufficio Vertenze, esprimono la propria piena soddisfazione per il risultato ottenuto, frutto del forte impegno del sindacato e dell’operato dello studio legale.

image_pdfimage_printStampa articolo

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui