Piergiorgio Pulixi è il vincitore del concorso letterario Ceresio in Giallo

0
269
Piergiorgio Pulixi vincitore del concorso Ceresio in Giallo

PORTO CERESIO, 9 maggio 2022 – Il giallista Piergiorgio Pulixi è il vincitore del concorso letterario Ceresio in Giallo.

La competizione letteraria rivolta al genere giallo, thriller, noir e poliziesco, promossa e organizzata dalla Pro Loco di Porto Ceresio, ha visto ieri una grande cerimonia di premiazione sulle rive del lago, con tantissimi autori, istituzioni, cittadini, rappresentanti del mondo della cultura e, soprattutto, tantissimi lettori.

Piergiorgio Pulixi, nato a Cagliari nel 1982, autore di grandi successi, già vincitore dello Scerbanenco nel 2019, si è aggiudicato la sezione “gialli editi” con Un colpo al cuore (Rizzoli, 2021) vincendo il Premio Regio Insubrica di 1500 euro, seguito da Letizia Triches con Omicidio a regola d’arte (Newton Compton Editori, 2020), premio di 700 euro, e François Morlupi al terzo posto con Come Delfini tra pescecani (Salani, 2021) premiato con 500 euro.

“È stato un immenso onore per me vincere questo prestigioso premio – dichiara Piergiorgio Pulixi – L’altissimo livello di competenza e professionalità della Giuria

Jenny Santi e Carla De Albertis del Comitato promotore

rende il Ceresio in Giallo un premio prestigioso. Faccio i complimenti a tutte le colleghe e ai colleghi finalisti e vincitori in tutte le sezioni. Oggi ad aver vinto il premio più importante è la comunità dei lettori, che ha avuto il coraggio di ritrovarsi in presenza mostrando grande affetto, sostegno e partecipazione a questa importante manifestazione culturale. Spero che il Ceresio in Giallo ispiri tante altre realtà culturali danneggiate dalla pandemia a risollevarsi e a riprendere il lavoro interrotto. Tutti noi, autori, lettori, librai e professionisti del settore, ne abbiamo davvero bisogno. Grazie a tutta l’organizzazione di Ceresio in Giallo, all’amministrazione  e agli sponsor per aver dato un esempio virtuoso”.

Per la sezione racconti gialli inediti di ambientazione lacustre reale, il primo premio Regio Insubrica di 500 euro è andato al modenese Luigi Guicciardi con Insonnia, seguito da Barbara Ghedini con Acqua immobile che si è aggiudicata 250 euro e al terzo posto, con premio di 150 euro, Cristina Biolcati con il racconto L’esimio professore.

Il Premio Giovani autori, del Comitato Premio Claudio De Albertis, riservato agli under 35, ha visto vincitori: per la sezione romanzi editi, Giada Strapparava con Nati controluce (Bertoni Editore, 2021) si aggiudica il premio di 1000 euro; per la sezione racconti inediti, vince il premio di 300 euro la giovane Eva Convertino con La quiete del lago.

Il premio Laghi di 300 euro, per il romanzo con la migliore ambientazione lacustre reale, è andato a Roberta Lucato con Lo spirito dell’Hotel Excelsior. Delitto al Grand Hotel di Varese (Macchione Editore, 2021).

Il Premio Porto Ceresio di 200 euro, per il racconto che ha maggiormente valorizzato il Comune sulle sponde dell’omonimo lago, è stato assegnato a Luigi Guicciardi con Insonnia, già vincitore della sezione racconti inediti.

I 21 racconti finalisti della sezione inediti e i vincitori dei due premi speciali Giovani Autori e Porto Ceresio sono stati inseriti nell’antologia Laghi e Delitti II edizione, pubblicata da Fratelli Frilli Editori.

Per quanto riguarda la sezione Gialli nel cassetto, dedicata ai romanzi gialli inediti, il vincitore è Mario Barale con La banda delle figurine, il cui premio è la pubblicazione dell’opera da parte di Fratelli Frilli Editori nella collana SuperBros.

Sei le menzioni speciali riconosciute a quattro opere edite (Latte e sangue di Carlo Silini, Pier di Luca Bettega, Come in un labirinto di specchi di Bruno Volpi, La stanza dei serpenti di Alberto Verzè) e a due racconti inediti (In nomine matris di Vittorio Morisco e Una  pizza per due di Chiara De Piccoli).

Jenny Santi e Carla De Albertis, del Comitato organizzatore, hanno anticipato che ai primi di giugno verrà’ lanciata l’edizione 2022/2023 di Ceresio in Giallo con un ‘tour’ del lancio sia in Italia che all’estero

“Il concorso letterario internazionale Ceresio in Giallo – commenta Stefano Bruno Galli, assessore alla Cultura di Regione Lombardia – ha un’importanza rilevante sotto due punti di vista: da una parte, recupera il valore della socialità che in questi due anni di pandemia si era perso, dall’altra parte promuove l’identità culturale di un territorio meraviglioso seni suoi laghi. Oggi abbiamo particolarmente bisogno di identità culturale dopo quello che è successo; identità che possiamo ritrovare in importanti eventi come il concorso letterario Ceresio in Giallo”.”

“Il Concorso letterario internazionale Ceresio in Giallo costituisce un alto contributo alla vitalità della lingua italiana: complimenti agli organizzatori, ai vincitori e a tutti i partecipanti”, aggiunge Paolo D’Achille dell’Accademia della Crusca.

Il concorso, nato con l’obiettivo di valorizzare i talenti letterari in lingua italiana e le splendide ambientazioni lacustri come soggetto letterario tutto da esplorare, è stato promosso e organizzato dalla ProLoco di Porto Ceresio, patrocinato e sostenuto dalla Comunità di Lavoro Regio Insubrica e da Regione Lombardia, con il patrocinio dell’Accademia della Crusca, di Camera di Commercio di Varese e AIME, Associazione imprenditori europei con la collaborazione e il sostegno di Comitato Premio Claudio De Albertis, Assicurazioni Generali, Musajo Somma s.n.c. – Varese Città Giardino, Il Gigante, Vox Libri, YOP Comunicazione.

image_pdfimage_printStampa articolo

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui