La Lombardia adotta piattaforma innovativa per fornire assistenza ai profughi ucraini

0
580

MILANO, 16 giugno 2022-La Regione Lombardia, a supporto della complessa macchina organizzativa attivata per far fronte all’emergenza connessa allo straordinario arrivo di profughi ucraini (129.623 ad oggi, il 40% delle quali in Lombardia secondo gli ultimi dati del Viminale), ha adottato una piattaforma innovativa per gestire l’accoglienza e l’assistenza sanitaria.

È così possibile censire e assistere in modo veloce ed efficace i profughi appena arrivati, con particolare attenzione agli anziani, ai minori e ai soggetti con eventuali patologie che richiedono cure tempestive.

UN SISTEMA TECNOLOGICO INNOVATIVO – La piattaforma, sviluppata in collaborazione con il Gruppo Engineering partner di ARIA S.p.A., è ad uso esclusivo degli operatori e risponde ad elevati standard di sicurezza. Interamente accessibile da web, è costruita in architettura cloud e fruibile su dispositivi desktop e tablet PC.

Un modo facile e veloce per individuare le strutture più adatte al rifugiato, garantendo la somministrazione delle necessarie prestazioni sanitarie e prevenendo così la possibile diffusione di malattie infettive.

Grazie a questa piattaforma le autorità sanitarie regionali potranno accedere ad un elenco sempre aggiornato dei rifugiati ucraini arrivati nel territorio lombardo e, soprattutto, costituire per ognuno di essi un dossier informativo di primo soccorso, contenente una scheda con il percorso migratorio e le informazioni di contatto (domicilio temporaneo), una scheda di screening sanitario con anamnesi, stato vaccinale, esigenze mediche e assistenziali ed eventuali schede veterinarie

image_pdfimage_printStampa articolo

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui