Firmato protocollo d’intesa tra UNICEF Varese e l’Associazione culturale Progetto Zattera

0
337
Martin Stigol e Manuela Bovolenta

VARESE, 30 giugno 2022 – La lunga collaborazione tra l’associazione culturale “Progetto Zattera” e il comitato varesino di UNICEF è sfociata in un protocollo d’intesa finalizzato a promuovere e tutelare i diritti di bambine e bambini.
Attraverso la firma del documento, entrambe le parti si sono impegnate a promuovere in
sinergia progetti per diffondere la conoscenza della Convenzione sui Diritti dell’Infanzia e
Adolescenza (Convention on the Rigths of the Child o CRC), condividere documenti e
informazioni secondo varie modalità e realizzare attività volte a raccogliere fondi in favore
di campagne UNICEF.
Il protocollo d’intesa, di durata biennale e rinnovabile, formalizza il grande impegno che
Progetto Zattera mette in campo da anni per iniziative legate ai diritti dei bambini in
collaborazione con UNICEF. Tra di esse ricordiamo: laboratori in ambito teatrale rivolti a
bambini e adolescenti soprattutto nelle scuole, iniziative rivolte agli adulti e alle famiglie
per una crescente conoscenza della CRC e l’organizzazione dell’evento “Marcia Diritto”,
ideato da Progetto Zattera e proposto ogni anno in occasione della ricorrenza del 20
novembre, giornata mondiale dei diritti dei bambini.
“Il protocollo con Progetto Zattera è la conferma di una lunga collaborazione – ha spiegato
Manuela Bovolenta, Presidente di UNICEF Lombardia con incarico ad interim per Varese
– Uno dei principali obbiettivi del Comitato varesino di UNICEF è creare sinergie con tante
realtà del territorio per tutelare il bene dei bambini e degli adolescenti. Dobbiamo lavorare
costantemente per una società che abbia come presupposto fondamentale il rispetto dei
diritti ed è importante fare squadra.”
“Da molti anni creiamo iniziative per bambini e famiglie con cui promuovere la CRC – ha
commentato Martin Stigol, direttore di Progetto Zattera – Addirittura è più di tredici anni
che organizziamo Marcia Diritto, tanto che siamo passati da 800 partecipanti a 1500.
Temporaneamente, durante il Covid, abbiamo dovuto sospenderla ma abbiamo lanciato il
TG delle buone notizie che ha riscosso molto successo. Vorremmo cogliere l’opportunità
di questa convenzione per espandere l’offerta di iniziative mirate ai diritti dei bambini
creando un programma che vada da settembre a giugno. Ci stiamo lavorando. Far parte di
una rete territoriale che punta a sensibilizzare le nuove generazioni per diventare migliori
cittadini è una sfida continua che mi arricchisce.”

image_pdfimage_printStampa articolo

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui