La Premier finlandese Sanna Marin nei guai per una festa privata con amici e colleghi di partito

0
350
La Premier finlandese Sanna Marin

VARESE, 18 agosto 2022- La video compilation della festa serale d’estate della premier Finlandese Sanna Marin  con le sue amiche che è stato trasmesso al pubblico giovedì scorso ha suscitato scalpore, e potrebbe lasciare il segno sul successo del partito del presidente del Consiglio alle elezioni parlamentari della prossima primavera.

Kohu ha spaventato i principali politici dell’SDP, che si sono affrettati a sminuire e spiegare. Il segretario del partito Antton Rönnholm ha dichiarato che “ognuno di noi ha una vita privata e si spera che quante più persone possibile possano cantare e ballare lì”. Il ministro della Famiglia e dei servizi di base, Aki Lindén, invece, ha annunciato di sostenere il Primo Ministro, perché lui stesso è stato un assiduo frequentatore di feste da giovane. Lindén non aveva visto il video. Il presidente del gruppo parlamentare, Antti Lindtman, ha sottolineato che anche il presidente del Consiglio è solo umano.

Sarebbe opportuno un test antidroga.

Marin si è rammaricata per l’uscita del video girato durante l’evento privato, non per l’incidente in sé. Nel video della festa, il primo ministro appare liberamente ballando, cantando e abbracciando i suoi amici. È necessario ricordare che nessun singolo fatto può essere dedotto dalle azioni dello stesso Presidente del Consiglio sulla base del video, che metterebbe in dubbio la sua capacità di agire come Presidente del Consiglio.

Ciò che rende il partito imbarazzante e discutibile in termini di posizione del presidente del Consiglio è quando si sente un discorso sul video, in base al quale il pubblico ha un forte sospetto che almeno alcuni di coloro che hanno partecipato al partito abbiano fatto uso di droghe. Il dubbio intensifica il clamore. Tuttavia, è discutibile se nel video si sente la parola jauhengi o jallujengi. La banda della farina è stata interpretata come un riferimento a una banda che fa uso di cocaina. Marin ha detto che non può dire cosa significhi la banda della farina e che non è a conoscenza di nessuno che fa uso di droghe alla festa. Marin ha anche assicurato che lui stesso non ha fatto uso di droghe.

Riikka Purra, il presidente di Basic Finns, ha chiesto al Primo Ministro di sottoporsi a un test antidroga volontario. Ben presto, il presidente del Consiglio ha dichiarato che non è un problema per lui andare a fare i test. Per porre fine al trambusto, sarebbe d’obbligo un test antidroga, anche se sembra che la festa sia a poche settimane di distanza. Ad esempio, la cocaina può essere rilevata nelle urine solo 1-4 giorni dopo l’uso . Solo nell’uso a lungo termine ad alte dosi la cocaina appare più lunga.

Il clamore di partito del presidente del Consiglio non è il primo. Sulla base dei sondaggi di sostegno, sembra che i cittadini abbiano finora guardato con le dita alle feste chiassose tra la folla culturale a Kesäranta, così come ai balli nella discoteca esposta al corona. Nelle condizioni di una recessione incombente, sarà interessante vedere se il glamour del Primo Ministro potrà resistere anche a queste parti.(fonte www.savonsanomat.fi)

image_pdfimage_printStampa articolo

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui