In Canton Ticino e resto della Svizzera un Hotel su due rischia la chiusura per rincari energetici

0
306

LUGANO, 17 ottobre 2022-In Svizzera un albergo su due rischia di fallire a causa del rincaro dell’energia. È quanto emerge da un sondaggio condotto da HotellerieSuisse, pubblicato dalla SonntagsZeitung: di fronte a una triplicazione dei costi, le strutture dovrebbero infatti chiudere definitivamente i battenti.

Secondo il presidente dell’associazione Andreas Züllig, interpellato dalla testata, la situazione è “allarmante”. Dopo che in questi anni il settore ha dovuto fare i conti anche con la pandemia e il franco forte – sottolinea – ora le strutture stanno ormai attingendo alle riserve. E i margini di guadagno sono sempre più ridotti.

Anche in Ticino si punta su strategie per il contenimento dei costi. Lo conferma un sondaggio di recente condotto dalla sezione ticinese di HotellerieSuisse in collaborazione con Lugano Region. Tra i provvedimenti si contano l’apertura dei centri SPA soltanto su prenotazione, la rinuncia alle stufe a funghi ed elettriche per le terrazze esterne e l’utilizzo delle camere situate ai piani bassi che durante l’inverno si scaldano più facilmente, spiega alla RSI Massimo Boni, direttore dell’Ente turistico del Luganese.(fonte rsi.ch)

image_pdfimage_printStampa articolo

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui