Varese, il Prefetto incontra rappresentanti associazione Anmic parlando anche di Disabilty Card

0
342

VARESE, 1 dicembre 2022-Nell’approssimarsi della data del 3 dicembre 2022 – “Giornata Internazionale delle Persone con Disabilità” – il Prefetto di Varese, Salvatore Pasquariello, ha incontrato Silvano M. Perrotta, Lara G. Alfieri e Andrea Depalo in rappresentanza del Comitato Provinciale di Varese dell’A.N.M.IC. – Associazione Nazionale Mutilati Invalidi Civili, i quali gli hanno espresso i loro progetti e il loro modus operandi maturato nel corso dei 54 anni che li hanno visti impegnati nella provincia di Varese, dove infatti operano fin dal 1968, adattando, all’occorrenza, la tipologia dei loro interventi in funzione dei mutamenti sociali verificatisi.

L’incontro in argomento è stato un momento importante di approfondimento sui diritti e l’inclusione delle persone con disabilità e delle iniziative svolte dall’ANMIC di Varese sul territorio per favorire questo importante obiettivo.

A tal proposito, il Prefetto e i rappresentanti dell’ANMIC hanno fatto presente come il tema dell’inclusione sociale vada inteso in senso ampio, dagli interventi strutturali per rendere le città accoglienti ed accessibili alle persone con disabilità, alle politiche sul lavoro ed ai progetti finalizzati a garantire maggiore inclusione e autonomia, mediante l’applicazione di moderne tecnologie.

Si è discusso, a tale riguardo, dell’imminente iniziativa volta all’attivazione di un corso di informatica, inizialmente di primo livello per poi progredire a livelli superiori,  finalizzato  all’inserimento  lavorativo  delle  persone  con  disabilità, al fine di rendere meno generica l’offerta di manodopera sul mercato del lavoro, posto che lo stesso è sempre più esigente in tema di competenze specifiche, per cui occorre essere in linea con i tempi, tenuto anche conto che la tecnologia si perfeziona a ritmi crescenti, ed a volte con eccessiva rapidità.

“Nel nostro Paese – hanno evidenziato i rappresentanti dell’A.N.M.I.C. –  le norme dirette a favorire l’inserimento lavorativo delle persone con disabilità esistono da tempo. Tuttavia, malgrado questa lungimirante normativa, resta rilevante lo svantaggio, nel mercato del lavoro, delle persone con disabilità. Infatti, secondo recenti studi ISTAT, considerando la fascia della popolazione che va dai 15 ai 64 anni, risulta occupato solo il 32,2% di coloro che soffrono di limitazioni gravi, contro il 59,8% delle persone senza limitazioni; pertanto, l’iniziativa di Anmic Varese si conferma un valido strumento per ridurre, per quanto possibile, questo divario”.

Si è parlato, inoltre, del Registro Pubblico CUDE e della Disability Card.

“Il Registro Pubblico CUDE è la banca dati nazionale online che contiene tutte le informazioni relative al CUDE (Contrassegno Unificato Disabili Europeo), il contrassegno dei cittadini con disabilità italiani. Grazie alla digitalizzazione dei dati dei contrassegni, il Registro Pubblico CUDE permette ai Comuni di facilitare i controlli ed ai cittadini di poter beneficiare della semplificazione degli adempimenti connessi all’utilizzo del CUDE, come ad esempio l’accesso in ZTL (Zona a traffico limitato).

Altra novità è la Disability Card,  uno strumento messo a disposizione delle persone con disabilità per agevolarle nel conseguimento di benefici, supporti e opportunità utili alla promozione dei propri diritti, e permette inoltre sia di trasferire su supporto magnetico tutti i dati concernenti la propria condizione clinica, evitando di spostarsi, ogni qualvolta ve ne fosse la necessità, con la documentazione cartacea, sia di accedere ai servizi gratuiti, o a costo ridotto, in materia  di trasporto, cultura e tempo libero, sul territorio nazionale e nei Paesi dell’Unione Europea”.

Infine  è stata presentata l’attività della società innovativa Avanchair, che vede impegnato in prima persona il Consigliere ANMIC, Andrea Depalo che è anche socio di questa startup: “il progetto riguarda la costruzione di  una sedia a ruote elettrica, all’avanguardia, che ha la finalità di migliorare la vita delle persone con disabilità motoria, mediante un sistema di trasferimento laterale del sedile e la sua regolazione in altezza, nonché altre importanti funzioni, tra cui il supporto del tronco e la stabilizzazione integrata. Questo ambizioso progetto è seguito e supportato, oltre che dall’ANMIC di Varese, anche da realtà che rappresentano l’eccellenza nel panorama dell’imprenditoria e dell’industria italiane”.

Con l’occasione, del Comitato Provinciale hanno informato il Prefetto che il giorno 3 dicembre, in occasione della Giornata Internazionale delle Persone con Disabilità, si terrà a Vigevano una giornata di studio che vedrà ANMIC Lombardia tra i protagonisti di questo importante evento, cui parteciperà, oltre alle autorità locali, anche l’Assessore Regionale alla Famiglia, Solidarietà Sociale, Disabilità e Pari Opportunità, Elena Lucchini.

Il Prefetto e i rappresentanti l’associazione varesina, nell’auspicio che questo primo incontro possa costituire l’inizio di una lunga e proficua collaborazione, si sono ripromessi di organizzare nel 2023 iniziative congiunte sui diritti e sull’inclusione delle persone con disabilità. Prefetto che invierà una circolare informativa ai sindaci invitandoli a valutare l’adesione dei Comuni al Registro Pubblico CUDE e l’implementazione della Disability Card.

 

image_pdfimage_printStampa articolo

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui