venerdì, Aprile 12, 2024
HomeSpettacoli e CulturaArteIl rumore del silenzio: la mostra di Maria Enrica Ciceri a Castellanza...

Il rumore del silenzio: la mostra di Maria Enrica Ciceri a Castellanza dall’11 marzo

CASTELLANZA, 24 febbraio 2023-– Sarà ospitata presso Villa Pomini a Castellanza, dall’11 al 26 marzo 2023, la mostra personale di pittura dell’artista Maria Enrica Ciceri dal titolo “Il rumore del silenzio”. Il vernissage, in programma sabato 11 marzo 2023, alle ore 16.30, vedrà l’intervento della critica d’arte Fabrizia Buzio Negri e sarà arricchito da un reading del Gruppo di voci narranti di Lidia Maini. La mostra, organizzata con la collaborazione dell’Assessorato alla Cultura della Città di Castellanza, sarà aperta al pubblico per tre fine settimana consecutivi, negli orari dalle 15.00 alle 18.30 del sabato, dalle 10.00 alle 12.00 e dalle 15.00 alle 18.30 della domenica.

In esposizione opere realizzate negli ultimi tre anni e rappresentative della città di New York, ritratta durante il periodo del lockdown, quando la paura e il silenzio erano tangibili e regnavano ovunque. “Una delle cose inquietanti che ha caratterizzato il periodo della pandemia – racconta Maria Enrica Ciceri – è stato il surreale silenzio: era una sensazione stranissima non sentire più il rumore delle auto, lo sgommare dei motorini, il rombo delle moto, il vociare consueto delle persone. In quel silenzio assordante delle strade deserte, con i negozi chiusi, sembrava di vivere sospesi in una bolla. Io, in quei momenti, per non pensare e combattere la noia, mi sono dedicata particolarmente alla pittura. La maggior parte dei quadri della mostra sono stati eseguiti in quel periodo nero, per me doppiamente. Ora pare sia tutto passato: la primavera è già arrivata e noi siamo qui ad accoglierla e viverla, gioiosamente, con intensità e con la rinnovata serenità.”

Maria Enrica Ciceri vive e lavora a Uboldo (VA), sua città natale. Nutre un profondo amore per l’arte, a cui si dedica da tempo con determinazione e tenacia. Nel suo personale percorso artistico ha cercato sempre nuove modalità di espressione e nuovi linguaggi, spinta da una insaziabile curiosità e da un’ansia di sperimentazione che la guida costantemente. Ama rivolgere il proprio sguardo all’arte nelle sue molteplici forme e discipline: dalla pittura all’incisione, dalla decorazione su ceramica alla resina, fino al recente approdo alla pittura informale. Si è avvicinata con interesse e impegno anche al tema dell’arte sacra. Ha partecipato a concorsi nazionali e internazionali, artistici e culturali, ottenendo premi e riconoscimenti.

Al centro dell’opera di Maria Enrica Ciceri c’è la vocazione a rappresentare i paesaggi urbani delle metropoli occidentali. La sua indagine visiva si focalizza sull’imponenza delle

Manattahn al tempo covid

costruzioni architettoniche, sulla vastità degli spazi, sugli elementi distintivi di ogni singola città, per cogliere il senso più profondo e invisibile dei grandi agglomerati urbani, nella loro condizione di continuo movimento e trasformazione. In scansioni prospettiche dalle pennellate intense, il forte gesto pittorico evidenzia l’esplorazione esistenziale del paesaggio urbano. L’artista lo fa con i toni inquietanti dei chiaroscuri, negli squarci di luce improvvisi sulle tele dipinte a collage, con tecniche miste o pittura a olio. Tra i soggetti privilegiati delle opere in mostra ci sono gli scorci prospettici delle strade, i palazzi in corsa verso il cielo, le insegne giganti.

Orari: sabato 15.00-18.30, domenica 10.00-12.00 / 15.00-18.30

Ingresso libero

Vernissage: sabato 11 marzo 2023, ore 16.30

Presentazione critica di: Fabrizia Buzio Negri

Reading: Gruppo voci narranti di Lidia Maini

 

RELATED ARTICLES
- Advertisment -
Google search engine

Most Popular