lunedì, Giugno 24, 2024
HomeSportOro e argento per l'Italia nei Mondiali di Boxe femminile: sul podio...

Oro e argento per l’Italia nei Mondiali di Boxe femminile: sul podio Irma Testa e Sirine Charaabi

NEW DHELI, 25 marzo 2023-La Nazionale Italiana Femminile fa centro all’ IBA Women’s World Boxing Championships 2023, riportando a casa due straordinarie medaglie: l’oro di Irma Testa nei 57 Kg, che ha dominato, con intelligenza, per 5 a 0 sulla kazaka Ibragimova, e l’argento di Sirine Charaabi che nei 52 ha perso con onore per 0 a 5 contro l’esperta cinese Wu.

Irma Testa corona, dunque, un altro sogno, diventando campionessa del mondo. Di Torre Annunziata, classe ’97, cresciuta a pane e boxe dal Maestro Lucio Zurlo, oggi brilla nel Gruppo Sportivo delle Fiamme Oro, punta di diamante della Nazionale Femminile nel road to Parigi 2024. Nell’aprile 2016 ha ottenuto la qualificazione alle Olimpiadi di Rio de Janeiro 2016, diventando la prima pugile italiana a disputare i Giochi Olimpici, argento al Mondiale di Istanbul 2022, oro agli Europei di Alcobendas 2019, straordinario bronzo ai Giochi Olimpici di Tokyo 2020, prima medaglia nella storia del pugilato femminile, e oro ai Mondiali di Budva e oggi, da Boxing Heroes, con il potere del coraggio ha raggiunto un altro traguardo storico.

“Sono molto felice di questo titolo e della medaglia d’ro che ho messo al collo – commenta la nostra “Butterfly” – perché sto lavorando da anni, sacrificando tutto, la mia adolescenza, la mia vita, per inseguire un sogno e se questi sono i risultati vorrei farlo per altri venti anni. Ora l’obiettivo è la qualificazione olimpica e sono ancora più motivata verso la meta”.

Grande emozione per Sirine Charaabi, classe ’99, di origine tunisina, trasferitasi a due anni con la famiglia a San Prisco in provincia di Caserta, dove è stata allenata dal Maestro Giuseppe Perugino per poi passare anche lei al Gruppo Sportivo delle Fiamme Oro. Una guerriera che lottato sia per il ring che per la sua identità. Nel 2021 ha vinto il campionato assoluto elite. Dopo la vittoria le arriva una telefonata dalla Prefettura di Caserta che la chiamava per la notifica di accettazione di cittadinanza. Erano anni che l’aspettava! Da quel giorno la sua vita sportiva è cambiata e, dopo l’oro ai Campionati Europei Under 22 di Roseto degli Abruzzi, oggi ha regalato all’Italia una meritatissima medaglia d’argento.

“Sono davvero emozionata e contenta per il percorso che ho fatto in questo mondiale – dichiara

Sirine Chaarabi (prima da sinistra) ha conquistato la medaglia d’argento
soddisfatta Charaabi – Sono cresciuta sia come atleta che come persona. Questo risultato non nasce dal nulla ma è frutto del lavoro di un intero staff e voglio ringraziare tutti, dal primo all’ultimo. La finale mi ha lasciato un po’ di amaro in bocca ma non mi posso lamentare perché sono sulla strada giusta per ottenere grandi risultati”.

Il Presidente FPI Flavio D’Ambrosi esulta per l’ennesimo obiettivo centrato: “L’Italia pugilistica è ancora una volta sul tetto del mondo.  Ai Campionati Mondiali Femminili Elite, presenti 78 nazioni e 324 atlete, si torna con due splendide medaglie (oro e argento). Non succedeva dal 2002, oltre 20 anni fa, di vincere un oro ed un argento nel mondiale femminile. Senza essere esageratamente sciovinisti, forse il bottino di medaglie avrebbe potuto essere più cospicuo se non ci fossero state discutibili scelte arbitrali. Peraltro, anche il pugilato Pro è salito prepotentemente alla ribalta, a testimonianza dell’ottimo stato di salute che sta vivendo il pugilato italiano. Vorrei ringraziare l’intera spedizione che ha partecipato ai Campionati mondiali femminili: dalle atlete Azzurre, passando per lo staff tecnico – capitanato dal coach Renzini e coordinato dal Vice Presidente Giancarlo Ranno – fino al Team leader il consigliere federale Mariangela Verna”.

Una soddisfazione immensa per il DT Emanuele Renzini, coadiuvato dai Coaches Riccardo D’Andrea e Massimiliano Alota: “Una eccezionale prestazione di Squadra coronata da due splendide finali. Irma immensa, da 8 anni mancava un titolo iridato (Mesiano 2016) e quello della nostra azzurra è arrivato al momento giusto, cioè alla vigilia delle qualificazioni olimpiche dove si presenterà come atleta da battere. Grande anche Sirine che si toglie lo sfizio di fare la finale bruciando le tappe del suo percorso sportivo. Unico rammarico sono le ragazze che non sono potute salire sul podio per banali errori arbitrali”.

Queste due medaglie sono il miglior bottino, insieme a quello del 2002 ad Antalya in cui Simona Galassi vinse l’oro e Marzia Davide conquistò un argento, mai ottenuto dalle azzurre in un mondiale. L’ultimo oro iridato della boxe femminile è stato quello della Alessia Mesiano nel 2016.

RISULTATI MATCH AZZURRE MONDIALE 2023

16/3
16° 52 Kg Charaabi vs Kamarudin SGP 5-0
32° 54 Kg Savchuk vs Rosil SGP WRSC 2° Round

17/3
16° 60 Kg Mesiano vs Yang CHN 0-5

18/3
16° 48 Kg Bonatti vs Fozilova UZB 0-5
16° 66 Kg Carini vs Sovinco FRA RING A H 15.45
16° 54 Kg Savchuk vs Zekic SRB 5-0

19/3
16° 57 Kg Testa vs Reyes GUA 4-1
16° 50 Kg Sorrentino vs Paltseva RUS 4-1

20/3
8° 52 Kg Charaabi vs Suraci AUS 5-0
8° 54 Kg Savchuk vs ECHEGARAY AUS 4-1

21/3
8° 57 Kg Testa vs Thi Thanh Hao VIE 5-0
8° 63 Kg Canfora vs Camilo COL RING W RSC 1 ROUND
8° 50 Kg Sorrentino vs Rosado PUR 5-0

22/3
4° 50 Kg Sorrentino vs Valencia COL 1-4
4° 57 Kg Testa vs Romeu BRA 5-0
4° 52 Kg Charaabi vs OYUNTSETSEG MGL 5-0
4° 54 Kg Savchuk vs MUNGUNTSETSEG MGL 0-5

23/3
Semifinale 52 Kg Charaabi vs Kinoshita JPN 4-1
Semifinale 57 Kg Testa vs Zidani FRA 5-0

25/3
Finale 52 Kg Charaabi vs WU CHN 0-5
Finale 57 Kg Testa vs Ibragimova KAZ 5-0

L’italia Boxing Team:

48 Kg Roberta Bonatti
50 Kg Giordana Sorrentino
52 Kg Sirine Chaarabi
54 Kg Olena Savchuk
57 Kg IRMA Testa
60 Kg Alessia Mesiano
63 Kg Susie Canfora
66 Kg Angela Carini

STAFF

DT Itaboxing Emanuele Renzini
Coach Riccardo D’Andrea
Coach Massimiliano Alota
Massoterapista Pierluigi Pantini
TEAM LEADER Mariangela Verna

RELATED ARTICLES
- Advertisment -
Google search engine

Most Popular