martedì, Maggio 28, 2024
HomeEconomiaLa cultura d’impresa premia i migliori studenti della provincia di Varese:...

La cultura d’impresa premia i migliori studenti della provincia di Varese: elenco nomi vincitori

VARESE, 11 maggio 2023-I premi al merito di 80 bambini e bambine delle scuole elementari che si sono riscoperti inventori di modellini tecnologici grazie alle imprese meccaniche e siderurgiche varesine.

Il riconoscimento a 5 alunni e alunne di terza media, che hanno saputo raccontare con temi ed elaborati il saper fare italiano su spinta della Piccola Industria. Le borse di studio ai 60 migliori studenti individuati dagli istituti tecnici industriali ed economici del territorio che coltivano ogni giorno la nuova “Generazione d’Industria”. I trofei assegnati alle migliori idee di impresa di 33 ragazzi e ragazze saliti sul podio provinciale di una competizione pensata, dal Gruppo Giovani Imprenditori di Confindustria Varese, per giovanissimi startupper in erba, già dalle scuole superiori. È andato in scena nella cornice del Centro Congressi di Ville Ponti il primo Education Day, un unico grande evento organizzato da Confindustria Varese per premiare il merito e l’impegno di quasi 200 studenti e studentesse di ogni età del territorio. Giovani che si sono distinti all’interno dei quattro progetti che l’associazione datoriale porta avanti con le scuole di ogni ordine e grado per coltivare nelle nuove generazioni la cultura d’impresa: il Progetto Eureka (per le scuole elementari) il Pmi Day (per le scuole medie), il Progetto “Generazione d’Industria” e la competizione Latuaideadimpresa (per le scuole superiori).

“Come ogni anno scolastico – ha sottolineato il Direttore di Confindustria Varese, Silvia Pagani –siamo entrati nelle scuole insieme a decine di imprese. Con migliaia di ragazzi e ragazze e la collaborazione di centinaia di docenti abbiamo costruito prototipi. Abbiamo progettato nuove idee d’impresa. Abbiamo organizzato visite in azienda. Abbiamo fatto lezioni. Abbiamo parlato di sostenibilità. Abbiamo avviato stage. Abbiamo organizzato concorsi di idee ed elaborati. Abbiamo raccontato il made in Italy. Abbiamo investito nel nostro futuro, introducendo le nostre nuove generazioni alla cultura d’impresa e al saper fare. È stato un arricchimento reciproco. Un grande impegno portato avanti con progetti concreti da tutto il nostro sistema produttivo e pensati per gli studenti di ogni età. Ciò dimostra quanto sia prioritario per le aziende puntare sui giovani e impegnarsi in iniziative di responsabilità sociale insieme al mondo dell’istruzione. Oggi abbiamo premiato i migliori, ma idealmente abbiamo festeggiato l’impegno di tutti e un nuovo modo di creare relazione tra industria e scuola”.

Ecco i nomi dei premiati, progetto per progetto, durante l’Education Day presentato da Germano Lanzoni.

EUREKA-

Nell’ambito del progetto Eureka sono stati premiati gli alunni delle scuole elementari vincitori della gara di costruzione di modellini tecnologici, basati sulla forza pneumatica, organizzata a livello nazionale da Federmeccanica e a livello locale dai Gruppi merceologici di Confindustria Varese delle imprese “Meccaniche” rappresentate sul palco da Giovanni Berutti (SPM Spa) e delle “Siderurgiche, Metallurgiche e Fonderie”, rappresentate da Roberto Caironi (F.I.A.S. SRL Fonderie Italiane Acciai Speciali R. Caironi).

I premiati di Eureka:

Classe 4B della Scuola Primaria Enrico Fermi di Cassano Magnago: Gioia Crini, Michela Pegorin, Leonida Pianezze, Matthias Rinaldi, Dorotea Trevisan, Lorenzo Tulone. Hanno vinto realizzando una sorta di robot per dividere gli scarti: il “Max robot smista rifiuti”.

Classe 4C della Scuola Primaria Enrico Fermi di Cassano Magnago: Daniele Primo Bonfadini, Andrea Brufatto, Aurora Cibin, Alessandro Corniello, Emma Dal Soglio, Diego De Bono, Alessandro De Sando, Rebecca Giulia Della Monica, Angelica Dissabo, Nicolò Omar El Awad, Paula Allyson Frances, Noemi Iacovelli, Alice Giulia Moretti, Alessandro Niola, Angelica Orlando, Marco Pandolfo, Alessio Polinelli, Federico Scozzari, Samuele Spadola (Leanza), Elena Stoppa. Hanno realizzato “Galactik robot spaziale”: un gioco il cui meccanismo, attraverso una pompetta per palloncini e una valvola per regolare l’aria, è in grado di far girare l’elica con i pianeti in testa al robot.

Classe 5A della Scuola “Cittolini” di Cittiglio: Edoardo Bernardi, Andrea Bonini, Juan Manuel D’Alessandro, Daniele Dotti, Amira El Meskine, Hiba El Naour, Mattia Farnetano, Cristal Fortuna, Aya Jerra, Martina Liguori, Chiara Paietta, Matilde Quagliata, Alessio Rossi, Yasmine Saifi, Noah Sinuelli, Eva Tomasini. Il loro progetto è “Acchiappa la perla”: un gioco che consiste nel raccogliere da una vasca delle sfere di metallo muovendo i tentacoli di un polpo, con l’aiuto dell’aria spinta da delle siringhe e una calamita.

 PMI DAY

Nell’ambito del Pmi Day sono stati premiati gli studenti di terza media, che si sono distinti con degli elaborati sul tema del Made in Italy e del saper fare italiano, a seguito delle visite virtuali svolte in alcune aziende, lo scorso novembre, come momento di orientamento dedicato a quasi 6.000 ragazzi in procinto di scegliere la scuola superiore. Un’iniziativa, questa, organizzata dal Comitato Piccola Industria di Confindustria Varese, rappresentato dal Presidente Andrea Bonfanti.

I premiati del Pmi Day:

1° classificato: Chiara Aspesi, della classe 3B della Scuola Secondaria di Saltrio;

2° classificato: Christian Alfaroli, della 3F dell’Istituto E. Galvaligi di Solbiate Arno;

3° classificato: Luigi Benevelli, della 3D dell’Istituto Bernardino Luini di Luino;

4° classificato: Lorenzo Soffiantini, della 3B dell’Istituto Giovanni XXIII di Cittiglio (ICS CURTI Gemonio); 5° classificato: Maria Francesca Barberio, della classe 3B dell’Istituto Bernardino Luini di Luino.

PROGETTO GENERAZIONE D’INDUSTRIA

Sono state consegnate 60 borse di studio ai migliori studenti indicati dagli Istituti Tecnici Industriali Economici del territorio che aderiscono al Progetto “Generazione d’Industria”, fondato da Tiziano Barea, Presidente della BTSR International Spa, con cui dal 2011 Confindustria Varese mira a portare la cultura d’impresa tra i giovani. Con queste ulteriori consegne, le borse di studio assegnate in questi anni dal Progetto a studenti del territorio salgono a 624. Non solo, oltre ai premi al merito, in più di un decennio di attività “Generazione d’Industria” conta anche l’avvio di 550 stage, il coinvolgimento di 15.000 studenti e di 950 tra docenti, presidi, imprenditori in attività formative.

Le borse di studio di Generazione d’Industria per l’anno scolastico 2022/2023 sono andare a:

ISIS “I. Newton” – Varese: Matteo Braghetto, Carolina Cerea, Niccolò Montin, Alessandro Parisi;

ISIS “A. Ponti” – Gallarate: Lorenzo Braghini, Denis Colombo, Giorgia Ponti, Filippo Silvestrin;

ISIS “C. Facchinetti” – Castellanza: Lorenzo De Giovannini, Simone Mantelli, Mirko Serio, Giacomo Vezzoli;

ITIS “G. Riva” – Saronno: Jacopo D’Ascoli, Cristian Galianni, Mattia Scotti, Andrea Vertemati;

IPSIA “A. Parma” – Saronno: Giorgia Ciavarella, Luca Di Orazio, Montasir El Hindaji, Emma Ferrari;

ISISS “L. Geymonat” – Tradate: Aurora De Cinque, Edoardo Della Torre, Simone Esposito, Mattia Ranzato;

ISIS “J.M. Keynes” – Gazzada: Margherita Costalonga, Linda Montanari, Davide Moretti, Tommaso Paviano, Fabrizio Pigatto, Luca Sciarini;

ISIS “Città di Luino – Carlo Volontè” – Luino: Luca Bonaddio, Matteo Ghidini, Luca Giudici, Marcial Onix Marongiu, Davide Parolin, Giacomo Pistoletti;

IIS “C.A. Dalla Chiesa” – Sesto Calende: Matteo Bollini, Riccardo D’Amico, Sonia Peruzzo, Gaia Randazzo, Kevin Sardone, Andrea Silvia Zampieri;

ITE “E. Tosi” – Busto Arsizio: Giorgia Obetti, Sara Soave;

ITE-LL “Gadda-Rosselli” – Gallarate: Anabela Curri, Melissa Dema;

ITCS “G. Zappa” – Saronno: Elena Broggi, Chen Qiqi;

ISISS “Don L. Milani” – Tradate: Zoe Ferla, Riccardo Tapinetto, Nouhaila Bazza, Sara Bucceri;

IIS “E. Montale” – Tradate: Erica Pigni, Sveva Tornabene;

ISIS “E. Stein” – Gavirate: Camilla Andreatti, Asia Gemma Margnini;

ITET “F. Daverio – N. Casula – P.L. Nervi” – Varese: Alice Bernasconi, Nadia Zouhir;

ISIS “Valceresio” – Bisuschio: Andrea Ida Franzini, Rebecca Passalacqua.

 LA TUAIDEADIMPRESA

L’Education Day ha anche premiato i tre progetti saliti sul podio della fase provinciale del concorso indetto dal Gruppo Giovani Imprenditori di Confindustria Varese, guidato dalla Presidente Martina Giorgetti, in collaborazione con i Sistemi Formativi di Confindustria e rivolto a 300 studenti degli ultimi tre anni delle scuole superiori chiamati a formulare idee d’impresa per l’avvio di una startup, con relativo business plan e video di presentazione.I premiati de Latuaideadimpresa:

Medaglia d’oro: Classe 5E dell’Istituto Superiore Geymonat – Tradate. I nomi dei ragazzi vincitori sono: Paolo Caliaro, Mattia Filippi, Gabriele Giordano, Mirko Giussani, Christian Mastelli, Irene Rodigari, Manuel Silotto, Marta Zanchetta, Alessandro Zanzi, Khalil Zribi. Hanno vinto con il progetto T-Cycler – The Real ECO Device: un dispositivo ecologico per i mezzi di trasporto in grado di abbattere l’inquinamento dell’aria dovuto ai veicoli su gomma. Dopo aver vinto la fase provinciale, i ragazzi del Geymonat hanno anche trionfato nelle finali nazionali: la migliore idea d’impresa 2023 in Italia è la loro. Il team si vedrà riconosciuto anche un contributo economico da investire nel progetto.

Medaglia d’argento: Classe 4D RIM dell’ISIS Valceresio – Bisuschio, ai ragazzi: Anna Causo, Daniele Chiarelli, Matteo Gallinella, Marta Marino, Filippo Savio, Sonia Tombolato. Sono saliti sul podio con il progetto RIM F.A.T.E.: un sistema di produzione di energia elettrica sostenibile alimentata dal movimento fisico delle persone.

Medaglia di bronzo: Classe 3 Turistico delle Scuole Prealpi – Saronno. I premiati sono: Ilaria Bona, Alessia Campi, Ana Laura Campos Teixeira Marcio, Giorgia Favaro, Martina Forbice, Vittoria Franchini, Francesco Gentile, Lorenzo Guerrini, Denisse Loja Andreade Marilyn, Aurora Palma, Emanuele Piccotti, Federica Testa, Luca Tettamanzi. Con il loro progetto TRAVEL@ABLE hanno simulato di essere un’agenzia di viaggi che organizza un tour per la città di Saronno per alcune persone con disabilità. Il risultato? “La diversità non esiste e non deve essere in alcun modo un ostacolo”.

RELATED ARTICLES
- Advertisment -
Google search engine

Most Popular