lunedì, Febbraio 26, 2024
HomeCronache nazionaliTrending NowDopo controlli della Polizia stradale di Busto Arsizio, Sequestrati due kg di...

Dopo controlli della Polizia stradale di Busto Arsizio, Sequestrati due kg di droga tra fra hashish. marijuana e cocaina

BUSTO ARSIZIO, 12 gennaio 2024-La Polizia Stradale di Busto Arsizio – Olgiate Olona sequestra oltre 12 kg di sostanza stupefacente fra hashish marijuana e cocaina, a seguito di controllo su strada e successive perquisizioni domiciliari.

In particolare, nella mattinata di lunedì 8 gennaio, una pattuglia della Polizia Stradale della sottosezione di Busto Arsizio – Olgiate Olona, durante un ordinario servizio di vigilanza sull’Autostrada dei Laghi A8, nel Comune di Rho, effettuava il controllo di una autovettura VW T-Roc sulla quale viaggiavano due uomini, un italiano ed un rumeno, entrambi di circa vent’anni ed incensurati. Fin dai primi istanti i due soggetti mostravano un particolare stato di agitazione, palesando l’intenzione di terminare il controllo quanto prima. Tale comportamento ha destato fondati sospetti negli operatori di polizia, che hanno approfondito le verifiche, rinvenendo all’interno dell’autovettura circa 1,2 Kg di sostanza stupefacente del tipo hashish ed una somma di denaro contante di circa 500 euro.

Dopo rapidi accertamenti, il personale della Polizia Stradale, effettuava una perquisizione domiciliare nelle abitazioni dei due soggetti, residenti nelle province di Bergamo e Cremona, che portava al rinvenimento di ulteriore ingente quantità di sostanze psicotrope del tipo hashish, marijuana e cocaina, per un totale di oltre 12 Kg. Venivano rinvenuti anche una pistola scacciacani con relativo munizionamento a salve, priva di tappo rosso, un machete, bilancini di precisione, coltelli a serramanico ed a farfalla ed una macchina per il confezionamento delle dosi di sostanza illecitamente detenuta. I due soggetti venivano sottoposti ad arresto per il reato in concorso di detenzione illegale ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti e su disposizione dell’Autorità Giudiziaria di Milano, venivano tradotti presso la Casa Circondariale “Francesco Di Cataldo” di Milano.

RELATED ARTICLES
- Advertisment -
Google search engine

Most Popular