giovedì, Febbraio 29, 2024
HomeMilano"Salām/Shalom. Due Padri" : a Milano Il recital/racconto di due genitori che...

“Salām/Shalom. Due Padri” : a Milano Il recital/racconto di due genitori che non cedono all’odio

MILANO, 18 gennaio 2024-La figlia di Rami è stata uccisa da un attentatore palestinese, la bambina di Bassam da un soldato israeliano. Questi due uomini, che vivono lo stesso lutto, hanno però deciso di non cedere all’odio e provare a parlarsi.

Una storia vera di due padri che provano a capirsi, in un’area del mondo così complessa da assomigliare a un apeirogon, la figura geometrica con un numero infinito di lati che dà il titolo al libro di Colum McCann, bestseller vincitore del Premio Terzani 2022 dal quale è tratta questa lettura scenica di e con Massimo Somaglino e Alessandro Lussiana.

Il barlume di speranza che accende la storia di Rami e Bassam, il loro messaggio complesso ma positivo, ci ha fatto pensare che fosse il momento adatto per portare in una città come Milano questo recital. Ospiteremo “Salām/Shalom. Due Padri” martedì 23 gennaio, alle 21, all’Auditorium Demetrio Stratos di Radio Popolare, in Via Ollearo 5 – in una serata organizzata con Festival vicino/lontano, in collaborazione con Radio Popolare e Ostello Bello e con il sostegno della Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia.

Ne abbiamo parlato nella nostra trasmissione radiofonica “Rights Now”, lo abbiamo comunicato sui social… Ed evidentemente non eravamo i soli ad aver voglia di immaginare un futuro diverso per il mondo e per quell’area così martoriata che è il Medio Oriente, perché in pochi giorni siamo stati travolti dalle prenotazioni!

Stiamo verificando le ultime disponibilità. Per essere inserit* in lista d’attesa, scrivici a eventi@fondazionedirittiumani.org
La serata sarà comunque registrata da Radio Popolare e contiamo dunque che sarà possibile recuperarla più avanti.

L’ingresso è a offerta libera a sostegno delle nostre attività. Per poterne realizzare di nuove, per moltiplicare iniziative nelle scuole e nelle città, per promuovere il dialogo, per offrire programmi educativi, per creare un impatto tangibile, abbiamo ancora bisogno del sostegno di tutti e tutte.

RELATED ARTICLES
- Advertisment -
Google search engine

Most Popular