giovedì, Aprile 25, 2024
HomeSpettacoli e CulturaRecensioni musicaliApolide Festival: a Ivrea cresce l'attesa per uno dei Festival più longevi...

Apolide Festival: a Ivrea cresce l’attesa per uno dei Festival più longevi della musica italiana

IVREA, 22 marzo 2024-Estate 2024. Continua la storia di uno dei festival più longevi della musica italiana, APOLIDE FESTIVAL, che superati gli ostacoli, evolve ancora una volta, in un processo continuo, e raggiunge la Città simbolo del CanaveseIvrea, inaugurando così una nuova stagione nell’estate eporediese.

MOTTA, COSMO e EX-OTAGO, sono i primi tra i grandi nomi degli artisti ospiti di questa nuova edizione del Festival. Apolide Festival riparte da qui, con 3 importanti ritorni, Motta che già nel 2005, calcò il palco di un neonato Alpette Rock Free Festival con i suoi Criminal Jokers e ora torna con il tour dell’album La musica è finita, gli Ex-Otago che presentano “Auguri” disco in uscita il 12 aprile e Cosmo, che nel 2022 ha fatto ballare il bosco di Vialfrè, suona finalmente live nella sua città natale, dopo i sold out del suo tour primaverile, tra cui la data di Torino alle OGR, per presentare “Sulle Ali del cavallo Bianco”, disco che sta riscuotendo enormi riscontri dalla critica.
A questi nomi come sempre si affiancano le realtà più interessanti e innovative del panorama nazionale e internazionale, plasmando una line up variegata, frutto di un’instancabile ricerca.

Nei giorni 21, 22 e 23 Giugno 2024 la Città di Ivrea sarà popolata da un programma di oltre 40 spettacoli tra concerti, performance di nuovo circo, incontri e dj set disseminati in diversi luoghi cittadini e sui quattro punti spettacolo, per un evento diffuso che punta al coinvolgimento della collettività.

L’area verde urbana Parco Dora Baltea, il cuore pulsante di Apolide, con il Main Stage e Parade78 l’innovativo palco della sperimentazione tra linguaggi; Apolide Circus l’arena per gli spettacoli di circo contemporaneo in collaborazione con Fondazione Piemonte dal Vivo e lo Zac! Stage dove le serate continuano con i party che da sempre fanno ballare il pubblico del Festival.

Apolide si conferma come contenitore di attività non solo legate all’arte performativa, favorendo partecipazione attiva attraverso una serie di attività a corollario che hanno sempre contraddistinto la manifestazione in questo ventennio (dai laboratori, al market, passando per area relax e talk).

L’ospitalità per tutti gli avventori del Festival sarà garantita dalle strutture ricettive di Ivrea e dell’eporediese, mentre in area sarà presente l’offerta food & beverage, come sempre strettamente collegata al territorio.

Una tre giorni che invita a riscoprire anche la storia, la cultura, i siti Unesco, l’enogastronomia e le bellezze naturalistiche del territorio.

Motta

In questa direzione si inserisce anche Apolide Drops, il format culturale, alla sua terza edizione, nel segno della sostenibilità e dell’accessibilità, che anima il Canavese e le sue Valli con tre appuntamenti prequel del festival: nella borgata montana I Musrai di Alpette, Enrico Gabrielli live (Calibro35) con le sue Le Canzonine, il suo primo album da solista, con brani per i più piccoli (21/04); al Pian delle Nere a Castelnuovo Nigra con Jeremiah Fraites dei The Lumineers (USA) per il concerto “Piano Piano”, che conterrà anche brani del nuovo disco “Piano Piano 2” in uscita il 29 marzo ,  immerso nella natura durante la fioritura dei narcisi (26/05) e con il cantautore Giovanni Truppi live sulle rive del lago di Meugliano in Valdichy (09/06). Apolide Drops mantiene la sua formula multidisciplinare di musica e circo contemporaneo, grazie alla collaborazione con Cordata For. L’ingresso è gratuito, previa prenotazione. Per i possessori dell’abbonamento di Apolide Festival sarà garantita una priorità sulla prenotazione. A breve disponibili online i form per l’iscrizione.

Apolide diviene quindi sinonimo di eventi immersivi e sostenibili diffusi sui territori.
Una rinnovata versione del Festival che evidenzia in modo ancora più forte il carattere di Apolide, indipendente, creativo e curioso, con un’attitudine costante al rinnovamento e alla condivisione, alla sperimentazione e alla contaminazione tra generi, luoghi e persone, che si esprime a partire dalla sua nuova identità grafica curata da Van Orton Design, autori di progetti per Pearl Jam, Blink182 e Bon Jovi e che – per la prima volta – realizzano un visual dedicato ad un Festival.

Apolide Festival è un progetto di Associazione TO LOCALS ETS, organizzato insieme a Hiroshima Mon Amour, in collaborazione con Città di Ivrea. È realizzato con il sostegno di Ministero della Cultura e Regione Piemonte, in collaborazione con Fondazione Piemonte Dal Vivo, con il supporto di Turismo Torino e Provincia e GAL Valli del Canavese ed è stato sostenuto negli anni da Consiglio Regionale del Piemonte, Fondazione CRT, Camera di Commercio di Torino e Fondazione Compagnia di San Paolo.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

RELATED ARTICLES
- Advertisment -
Google search engine

Most Popular