giovedì, Maggio 30, 2024
HomeSpettacoli e CulturaRecensioni libriA Varese la prima nazionale del romanzo “Anais – La strada per...

A Varese la prima nazionale del romanzo “Anais – La strada per la libertà” di Matteo Gentile

VARESE, 23 aprile 2024-Sarà la città di Varese, venerdì 26 aprile, alle 18.30 al Caffè “La Cupola”, a ospitare in un apertivo letterario la prima presentazione ufficiale del quarto romanzo di Matteo Gentile: “Anais, la strada per la libertà”, edito da Castelvecchi editore, gruppo Lit, già disponibile in libreria e online dallo scorso 22 marzo. A dialogare con l’autore una relatrice d’eccezione, Francesca Bonoldi, insegnante con esperienza nel campo del giornalismo e della comunicazione.

L’autore Matteo Gentile, giornalista e scrittore non per professione, ma per “vocazione”, affronta nel suo nuovo romanzodelle tematiche attuali, con l’intento di far riflettere, senza pregiudizi, superando i cliché dell’omologazione. La protagonista Anais è una donna alle prese con una svolta decisiva nella propria esistenza: ritiene di non essere più giovane per sognare ma neanche tanto vecchia per smettere di farlo. Una serie di circostanze legate alla sua infanzia la portano in situazioni più grandi di lei, che affronta con coraggio e fermezza. Al suo passato è legato un segreto che si intreccia con il presente, ostacolandola nella sua continua corsa verso la libertà.

Lungo questa strada, Anais vive avventure in cui sono coinvolti la sua amica Viktoria e due misteriosi personaggi maschili, Alessandro e Adriano. Una strada in cui Anais cerca di ritrovarsi, con tutta la determinazione di una donna che vive non soltanto per sé ma per tutte le altre donne a cui la vita presenta spesso un conto troppo alto da pagare.Il romanzo è impreziosito dalla copertina tratta da un dipinto originale di Carmelinda Petraroli, un’immagine evocativa che racchiude diverse sensazioni legate strettamente al vissuto e alle storie narrate nel romanzo. Un viaggio nel presente, attraverso sentimenti ed emozioni che vanno oltre il tempo e lo spazio: “la linea dell’orizzonte, più che un confine fisico, le era sempre apparso come quella porta immaginaria che unisce il presente al futuro: ogni istante che passa ci porta verso il prossimo, in un susseguirsi di punti che si rincorrono all’infinito senza raggiungersi mai.

D’altronde, pensava, il tempo è una variabile emotiva della vita, da vivere cogliendo ogni attimo come se fosse l’eternità”. L’autore, Matteo Gentile, nato in Svizzera, a Basel, da genitori emigranti, dall’età di 6 anni vive a Martina Franca (TA), èlaureato in Scienze dell’Informazione.Nel 2005 consegue il tesserino di giornalista pubblicista. Ha pubblicato due romanzi (“Danza di Passione” e “La Coscienza del Male”), ha scritto e diretto alcuni cortometraggi e commedie teatrali. Ha ricevuto diversi premi in concorsi letterari. Questo romanzo segna una svolta importante nel percorso letterario dell’autore che con esso affronta tematiche di attualità, ma anche legate alle scelte di vita che vanno oltre la storia. Appuntamento per un aperitivo letterario venerdì 26 aprile, dunque, alle 18.30, nella saletta del Caffè “La Cupola”, in Piazza Papa Giovanni XXIII, 13. Buffet libero per tutti gli intervenuti, con un omaggio pittorico realizzato da Carmelinda Petraroli, autrice del quadro in copertina, e ticket bevanda omaggio per chi acquista una copia del libro.

 

RELATED ARTICLES
- Advertisment -
Google search engine

Most Popular