L’Ungheria ”caccia” malati terminali dagli ospedali per fare posto a pazienti Covid

0
766

VARESE, 6 maggio 2020-L’Ungheria ha dato ordine di liberare letti per malati Covid-19 negli ospedali pubblici, e di conseguenza migliaia di pazienti si sono trovati senza cure da un giorno all’altro. Si teme che persone con patologie terminali, tumori o altre malattie croniche siano state “buttate fuori”, finendo in strutture alternative o, talvolta a casa dai propri parenti. Lo riporta un articolo pubblicato oggi dal sito euronews.com 

La denuncia arriva da Human Rights Watch (HRW). L’Ong raccoglie la testimonianza di un’infermiera, Athina Németh, che si era impegnata a prendersi cura di dieci dei pazienti dimessi. Nove di loro, malati oncologici, sono morti. Uno di questi era stato mandato a casa con una ferita allo stomaco ancora aperta.

image_pdfimage_printStampa articolo

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui