Sputi e calci ad agenti della Polfer di Varese: arrestato senegalese di 28 anni

1
1055

VARESE, 6 maggio 2020-Un uomo di 28 anni, di origini senegalesi, è stato arrestato dalla Polizia Ferroviaria di Varese, per resistenza e rifiuto a declinare le proprie generalità a Pubblico Ufficiale.

La pattuglia Polfer, durante i servizi volti al controllo dell’osservanza della misura di contenimento del contagio da COVID-19, ha sorpreso lo straniero all’interno della Stazione FS di Varese, mentre transitava nei pressi dei binari senza la mascherina di protezione sanitaria, sebbene ne fosse in possesso.

Fermato e controllato dagli Agenti, lo straniero particolarmente infastidito dal controllo dei Poliziotti, improvvisamente indirizzava sputi verso gli operanti e tentava di colpirli con calci e pugni, ma veniva bloccato e dopo avergli fatto indossare la mascherina a protezione, veniva arrestato.

I tre Agenti, sebbene abbiano utilizzato protezioni sanitarie individuali, per ragioni di sicurezza, sono stati temporaneamente dispensati dal servizio, in attesa di valutazione sanitaria.

image_pdfimage_printStampa articolo

1 commento

  1. Ma che strano un Senegalese …. non lo avrei mai detto .
    E continuiamo nella nostra missione di accoglienza, continuiamo ad avere a che fare con gente alla quale delle regole non importa nulla
    Complimenti al nostro governo e a tutti gli ipocriti

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui