Il suono della Martinella ha salutato il giuramento del sindaco Galimberti

0
269
Davide Galimberti mentre legge il discorso di insediamento

VARESE, 6 novembre 2021- di GIANNI BERALDO-

Il tradizionale suono della campana della Martinella ha salutato il giuramento del rieletto sindaco Davide Galimberti, visibilmente emozionato nel leggere il discorso di insediamento con aperture interessanti nei confronti dei rappresentanti della minoranza «Sono ancora più emozionato di 5 anni fa, i prossimi anni a livello amministrativo saranno importantissimi non solo per Varese ma per tutto il territorio», dice Galimberti che ha apprezzato molto l’intervento del suo ex sfidante Matteo Bianchi «Avere in questo Consiglio rappresentanti politici

Francesca Brianza

di taglio nazionale così come a livello regionale (Bianchi è parlamentare della Lega, mentre la neo Consigliera comunale pure Francesca Brianza è Consigliera regionale sempre in quota Lega) è un valore aggiunto che risulterà importante per il compimento del programma che ci siamo posti e del quale ne ho già parlato con gli esponenti della minoranza incontrandoli nei giorni scorsi».

Collaborazione con tutti i componenti del Consiglio ribadito dal sindaco anche in questo passaggio «Questa amministrazione si muoverà nel segno della collaborazione e del confronto. L’auspicio è che arrivino tante proposte, tante iniziative da parte del consiglio, per valorizzare il ruolo determinante che deve avere questa assemblea. Penso ci siano le condizioni per passare alla storia anche rispetto a questo, per fa sì che il confronto dialettico finalizzato a costruire e consolidare la nostra città, passi anzitutto da qui. Ci sono oggi in questo Consiglio molte figure con esperienza politica ma mai come questa volta anche tantissimi giovani: anche questo è un dato significativo»

Punta in alto Galimberti quando evidenzia che  «Sono convinto che tutti noi entreremo nella storia della città, un cambio di rotta al quale parteciperanno pure i tanti giovani presenti in Consiglio comunale, così come importante saràa l’apporto di chi di esperienza in politica ne ha già maturata parecchia. Da tutti loto vi è da imparare, giovani e meno giovani, confronti utili e costruttivi per il futuro di questa bella città».

direttore@varese7press.it

image_pdfimage_printStampa articolo

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui