Riapre il Casinò di Campione d’Italia dopo il fallimento del 2018: boccata d’ossigeno per i residenti

0
601

VARESE, 26 gennaio 2022-Giornata importante per il Comune di Campione d’Italia, enclave italiano presente nel Canton Ticino, considerato che a partire da mezzogiorno di oggi, mercoledì 26 gennaio, riaprirà il famoso Casinò che si affaccia sui monti e sul lago di Lugano.

Un’attività quella del Casinò che risulta essere la principale risorsa economia per il piccolo Comune della provincia di Como,  oltre a essere fonte di reddito per gran parte dei residenti. Molti dei quali impiegati proprio nell’attività del Casinò, altri impegnati in attività alberghiere e della ristorazione grazie al notevole indotto derivante dal flusso costante di giocatori molti dei quali provenienti dall’Italia.

Dopo il fallimento del Casinò di Campione Spa, decretato il 2 luglio 2018 dal tribunale di Como, oggi finalmente riapriranno i battenti seppur in forma ridotta.

Saranno infatti solo 174 i dipendenti assunti inizialmente rispetto ai 469 in attività al momento della chiusura. Al ribasso anche gli stipendi con un taglio considerevole e  una retribuzione medio/base di circa 3.600 franchi lordi (oltre alle mance sempre cospicue).

La nuova proprietà punta alla cautela dosando gli investimenti iniziali e con un piano strategico che potrebbe essere modificato in base ai risultati del primo anno di attività.

Un piano che prevede, come riporta il sito rsi.ch di aumentare il numero di assunzioni (portandoli a 180) per il secondo anno se si raggiungeranno 55 milioni di ricavi totali. Al quinto anno, a fronte di 80 milioni di ricavi, i dipendenti totali potrebbero essere 274.

Insomma la nuova sfida è iniziata.

Elena Malnati

redazione@varese7press.it

 

 

 

 

 

image_pdfimage_printStampa articolo

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui