I Deep Purple restituiscono l’autografo rilasciato alla band da Dmitry Medvedev: ”Non potevano rimanere insensibili a questa guerra”

0
972
I Deep Purlpe con Medved nel 2011

VARESE, 6 marzo 2022-In risposta alle parole sul sostegno della Russia alla conduzione di una “operazione speciale” in Ucraina, il gruppo rock cult Deep Purple ha restituito con aria di sfida il suo autografo al vicepresidente del Consiglio di sicurezza della Federazione Russa Dmitry Medvedev.

È noto che l’allora presidente Medvedev ha lasciato la sua firma ai Deep Purple nel 2011, quando dopo il concerto ha deciso di invitare il gruppo a cena nella sua residenza di campagna.

Il tastierista della band Don Airey, ha detto ai giornalisti che sebbene i Deep Purple abbiano cercato di evitare dichiarazioni politiche per tutta la loro carriera, questa volta non potevano starne alla larga.

Al presidente del Soviet è stata inviata una lettera personale dai musicisti, che contiene l’autografo di Medvedev e condanna la posizione della Russia in relazione all’Ucraina, riporta il canale telegrafico Fontanka SPB 

image_pdfimage_printStampa articolo

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui