Ioannis Ugo Isaias è il nuovo direttore del Centro Parkinson e parkinsonismi

0
431
Dott. Isaias uovo direttore del Centro Parkinson e Parkinsonismi

MILANO, 11 aprile 2022–Il dott. Ioannis Ugo Isaias è il nuovo direttore del Centro Parkinson e Parkinsonismi dell’ASST Gaetano Pini-CTO. Neurologo e Fisiologo, ha una lunga esperienza come ricercatore e professore in Germania e negli Stati Uniti. In particolare la sua attività di ricerca è focalizzata su gangli della base, controllo motorio, biomeccanica, neuromodulazione, stimolazione cerebrale profonda, neuroimmagini molecolari. Succede alla dott.ssa Anna Zacchinelli che aveva assunto la reggenza del centro dopo il pensionamento del prof. Gianni Pezzoli.

 Raccolgo l’importante e preziosa eredità dei miei predecessori – dice il dott. Isaias –prefiggendomi l’obiettivo di continuare a migliorare il trattamento del Parkinson e dei parkinsonismi, fare informazione e portare avanti la ricerca, per trovare nuove strategie terapeutiche sempre più efficaci e, in ultimo, una cura. Il nostro scopo è distinguerci per un approccio empatico che enfatizzi la persona, anziché la malattia. Lavoreremo a stretto contatto con i pazienti e i loro famigliari con competenza, attenzione e passione per sviluppare piani di trattamento personalizzati, mirati a fornire le migliori terapie per controllare i sintomi, garantire l’autonomia e una buona qualità di vita”.

 Il Centro Parkinson e Parkinsonismi dell’ASST Gaetano Pini-CTO è da anni un riferimento nazionale per i pazienti che soffrono della malattia di Parkinson e rappresenta un’eccellenza italiana, con sede al Presidio CTO a Milano, per la cura e la presa in carico del paziente con disturbi del movimento. Sono circa 11.000 gli accessi ambulatoriali all’anno. Al Centro Parkinson clinica, ricerca e assistenza si intrecciano con un unico obiettivo: il benessere dei pazienti. Sotto la guida del dott. Isaias la ricerca avrà un ruolo fondamentale, per garantire l’introduzione delle più recenti innovazioni farmacologiche e tecnologiche nella pratica clinica. “Un team di medici, fisiologi, psicologi, dietologi, ingegneri e fisici è già al lavoro in un reparto e nei laboratori, come quello dedicato all’analisi del movimento, e sono attive tre banche per la raccolta di dati clinici-epidemiologici , genetici (Banca del DNA) e tessuti nervosi grazie alla preziosa collaborazione con la Fondazione Grigioni per la Malattia di Parkinson e l’Associazione Italiana Parkinsoniani”, conclude il nuovo Direttore del Centro Parkinson.

 

 

 

image_pdfimage_printStampa articolo

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui