Soggiornare in appartamenti preferiti da Churcill e Verdi oppure acquistare un dipinto prezioso: a Milano asta benefica per aiutare profughi ucraini

0
745

MILANO, 8 maggio 2022-Soggiornare negli appartamenti preferiti da Churchill e Verdi, appendere in casa il Derain appartenuto allo storico dell’arte e scrittore Maurice Rheims, amministratore dei beni di Picasso, o una litografia acquarellata da Dario Fo. Stappare una preziosa bottiglia di L’Apparita del Castello di Ama o pranzare a Venezia nel ristorante dei premier del G8… tutto ciò aiutando Fondazione Progetto Arca Onluse i profughi ucraini.

Sarà possibile lunedì 9 maggio alle 19.30,quandonella sede milanese di Cambi Casa d’Aste, la maison insieme al conduttore televisivo Fabio Fazio,batteranno i lotti di Un’Arca per l’Ucraina,charity auction organizzata in collaborazione con FondazioneProgettoArcaOnlus a sostegno dell’emergenza in Ucraina. «In questa drammatica emergenza umanitaria–dice Alberto Sinigallia, presidente diFondazione

Fabio Fazio gestirá l’asta benefica

Progetto Arca-i nostri volontari e operatori sono presenti fin dal primo giorno di guerra per fornire un primo aiuto concreto. Da oltre due mesi assistiamo infatti i cittadini ucraini, per lo più sfollati e bisognosi di generi alimentari e diprima necessità, al confine con l’Ucraina, prima dal lato rumeno e poi polacco. In Italia poi ci occupiamo dei profughi in arrivo a Milano in un hub dedicato–continua Sinigallia-e in duecentri di prima accoglienza, dove le equipe specializzate pongono particolare attenzionealle esigenze di donnee bambini. Siamo in grado di portare avanti tutte queste attività ogni giorno anche grazie ai numerosi donatori che ci sostengono, per questo il mio ringraziamento a nome di tutta Progetto Arca va oggi a Cambi Casa d’Astep er il supporto corale che ci regala. Cambiha deciso di sostenere lo sforzo avviato daFondazione Progetto ArcaOnlusper aiutare la popolazioneucraina, vittima di una tragedia che è un richiamo alla responsabilità anche per lamaison genovese, con un’asta dal catalogo speciale frutto della generosità di importanti donatori.Il progetto, a cura di MarcoDi Gregorio,vede un insieme di lotti molto vario, dalle opere d’arte ai soggiorni in hotel, adatto abuyer tradizionali ma anche a chiunque voglia fare la sua parte a favore della popolazione ucraina. Il mondo dell’arte ha risposto con entusiasmo all’invito dellamaison».

image_pdfimage_printStampa articolo

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui