Torna l’atteso BlackandBlue Festival: da venerdì tre serate di blues, Americana e hillbilly country. Tra le novità i Superdownhome con i Nine Below Zero

0
563
I Superdownhome

VARESE, 28 luglio 2022-di GIANNI BERALDO-

Torna a Varese l’atteso BlackandBlue Festival, tre giorni (dal 28 al 30 luglio) come sempre dedicati all’ottima musica blues, rock e folk o hillbilly country come nel caso dell’artista americano Todd Day Wait & The Dukes in concerto domenica 30 luglio. 

Una serie di concerti organizzati dalla A.P.S. Black & Blue di Alessandro Zoccarato, in collaborazione con Comune di Varese, che vede come sede naturale oramai da molti decenni la Tensostruttura dei Giardini Estensi sempre più accogliente e ideale per concerti di questo tipo.

Diciamo subito che da qualche anno a Varese non approdano più personaggi importanti della scena blues internazionale (l’ultimo fu Keb Mò nel 2019 che regalò un concerto formidabile al cospetto di un pubblico numerosissimo), complice ovviamente il fattore pandemia ma soprattutto quello economico che incide non poco sulla scelta dell’organizzazione.

Quest’anno comunque il cartellone rimane di buon livello e tutte le tre serate sono a ingresso gratuito.

Domani sera, venerdì 28 luglio (ore 21.30), il festival si apre con una bella sorpresa, ossia gli acclamati Superdownhome (già visti a Varese nel 2020), duo italianissimo di rural blues composto  Henry Sauda alla voce, Cigar Box, Diddley Bow e Beppe Facchetti alla cassa, rullante, low-boy e crash, che sta riscuotendo molto successo in ambito internazionale dopo aver pubblicato l’ultimo album con la prestigiosa etichetta francese Dixiefrogs, sarà sul palco in compagnia di Dennis Greaves (voce, chitarra) e Mark Feltham (armonica), i fondatori dei mitici Nine Below Zero, band che a partire dalla fine degli anni Settanta infiammò dapprima i palchi londinesi per poi estendere la loro fama in tutta Europa con puntate anche negli States.

Paolo Bonfanti

Sabato 30 luglio (ore 21.30) a salire sul palco dei Giardini toccherà al raffinatissimo guitar man e cantante genovese Paolo Bonfanti il quale, in compagnia dei suoi fidati musicisti, presenterà quasi tutti i brani di Elastic Blues, suo splendido ultimo lavoro discografico, oltre a tantissimi altri pezzi che lo hanno reso famoso in oltre quarant’anni di carriera portando in giro il sacro gral della musica blues, funk blues, rock blues fino ad arrivare a produrre lavori in stile Americana. Il tutto con una classe cristallina come pochi altri in Italia.

Come già evidenziato in precedenza, il BlackandBlue Festival si chiuderà con il concerto di

Todd Day

Todd Day Wait & The Dukes, artista che francamente non conosciamo ma del quale se ne parla molto bene per i suoi spettacolari concerti basati sul genere  hillbilly country e honky tonk.

Insomma anche quest’anno

ci sarà da divertirsi. E gratuitamente!

Da ricordare che nei pressi della Tensostruttura funzionerà un’area ristoro.

redazione@varese7press.it

 

 

 

 

image_pdfimage_printStampa articolo

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui