Campionato del Mondo di Canottaggio: Varese da record con 42 nazioni accreditate e decine di broadcast collegati da tutto il mondo

0
723

VARESE, 14 giugno 2023-di GIANNI BERALDO-Con l’odierna conferenza stmpa di presentazione è iniziato ufficialmente a Varese il Campionato del Mondo di Canottaggio categoria senior (maschile e femminile), che si svolgerà come sempre nel lago di Varese con focus alla Schiranna di Varese, sede di arrivo e del villaggio con vari stand per il pubblico il parco invece sarà riservatovari tendoni e camper riservati agli atleti per riscaldamento. Parco sede e alloccamento pure delle decine di barche in gara).

Varese quindi sarà sede per diversi giorni di una delle più importanti tappe del circuito

internazionale, che alla fine determinerà il titolo di Campione del Mondo in base ai punteggi ottenuti nelle singole tappe. 

Due atlete provenienti dalla Polonia

Se lo start up ufficiale è oggi, le prime gare di qualificazione in realtà prenderanno il

via dalla mattina di venerdì 16 giugno, con i primi equipaggi in acqua fin dalle prime ore del mattino considerato il grande numero di atleti in gara, con le finali previste domenica 18 giugno.

Parlando di numeri la tappa di Varese è già da record, con ben 42 nazioni accreditate in rappresentanza di 694 atleti provenienti da tutto il mondo <<Numeri davvero importanti per una prova di campionato del mondo. Partecipazione numerosa determinata anche dall’aspetto logistico con aeroporto vicino e molto altro>>, dice Pierpaolo Frattini, Direttore generale Società Canottieri Varese e del Comitato Organizzatore dei Campionati internazionali di Canottaggio Varese>>.

Ex campione olimpico che rimarca come alcune squadre siano in Italia già da qualche settimana, come ad esempio quella degli Stati Uniti che si è allenata per due settimane al Lago di Pusiano<<Visto il gran numero di broadcasting accreditati il brand Varese sarà ulteriormente valorizzato. Ci attendiamo anche della gare spettacolari con tutte le nazioni accreditate. Meno l’Olanda e Romania che avevano pochi atleti>> conclude il direttore del Comitato organizzatore varesino.

Organizzare un evento sportivo di simile portata non è mai semplice, nonostante Varese abbia accumalto in tal senso oltre dieci anni di esperienza rendendo la città e il suo lago uno dei luoghi preferiti da tutto il circuito mondiale. <<Quest’anno il comitato ha ricevuto un significativo contributo da parte della presidenza del consiglio, apprezzato ovviamente per motivi economici ma soprattutto per la totale coesione dimostrata tra il mondo delle imprese e istituzioni. Sintesi dal punto di vista pubblico e privato. Altro elemento la credibilità del comitato oramai consolidato, sempre più punto di riferimento internazionale con ricadute positive sul territorio cittadino e provinciale>>, dice il sindaco di Varese Davide Galimberti che nei giorni scorsi ha ricevuto a Palzzo Estense addirittura la visita del Console cinese, in città per conoscere il luogo dove tanti atlerti cinesi gareggieranno cercando ovviamente di ottenere risultati importanti.

Soddisfatto dell’organizzazione Fabrizio Quaglino, rappresentante della Federazione Italiana di Canottaggio <<Non è semplice organizzare una prova mondiale

Fabrizio Quaglino della Federazione Italiana Canottaggio

ma tutto il mondo del canottaggio è qui e si allena da tempo su questo lago. D’altronde Varese è una realtà consolidata da oltre dieci anni di organizzazione ad alti livelli. Abbiamo record di iscritti e siamo orgogliosi di far parte del comitato organizzatore. Inoltre il tempo dovrebbe volgere al bello quindi tutto dovrebbe andare bene. Pubblico compreso>>.

Parlando di pubblico da segnalare che quasi tutti i biglietti per le due capienti tribune sono stati venduti online, i rimanenti tagliandi saranno disponibili presso le biglietterie aperte alla Schiarnna nelle tre giornate di gara. Comprese le finali che si svolgeranno tutte domenica 18 giugno nella sola mattinata.

Questo per chi volesse vedere le gare seduto in tribuna. Ma vi sono molte altre possibilitàa di assistere alle varie gare gratuitamente,  portandosi semplicemente sulla riva del lago oppure nelle aree riservate al pubblico dove saranno predisposti alcuni maxischermi.

Macchina organizzativa ben rodata quella varesina che vede la partecipazione di

Claudio Minazzi

moltissimi volontari, molti dei quali studenti dei licei linguistici che in questo modo avranno la possibilità di conoscere e confrontarsi con centinaia di giovani provenienti da tutto il mondo. << Voi gli atleti li vedete solo ora ma è da febbraio che vi sono molti alleni che si allenano qui a Varese. Noi siamo abituati a confrontarci con loro>>, dice Claudio Minazzi, vice presidente canottieri Varese, felice di far parte di questa grande famiglia qual’è il comitato organizzatore.

Oltre al sindaco presente oggi alla presentazione anche la sua vice, Ivana Perusin

Sindaco Galimberti

<<Questi così come molti altri eventi che organizziamo sul territorio hanno delle implicazioni a livello turistico davvero importante con tutte le strutture ricettive al completo. Segno che vi è una grande attenzione su questo territorio a livello turistico. Nel 2027 si svolgeranno i master games con migliaia di partecipanti da tutto il mondo>>.

In effetti questi mondiali così come altri importanti eventi in prevalenza sportivi che si svolgono a Varese, per la città e territorio è un volano importante con tutte le strutture ricettive esaurite da tempo. 

Perpaolo Frattini

Tutto questo non può che fare bene all’economia della città così come allo sport inteso nle senso pioù ampio del termine. Come evidenzia l’assessore allo Sport del Comune Stefano Malerba, ricordando i grandi risultati ottenuti quest’anno dalla Pallacanestro Varese, dai Mastini Varese freschi vincitori del Campionato italiano di Hockey su ghiaccio, oppure la Von promossa in serie C nella pallanuoto o la famosissima corsa internazionale di ciclismo Tre Valli Varesine, altro fiore all’occhiello di Varese con riflessi a livello mondiale.

Ora non resta che goderci per tre giorni le gesta di questi giovani e straordinari atleti.

direttore@varese7press.it