Sicurezza sul lavoro e sorveglianza sanitaria: assemblea oggi a Como organizzata dalla Cgil

0
763
COMO, 28 giugno 2023-Si è tenuta oggi presso la Circoscrizione di Como Camerlata l’Assemblea degli RLS organizzata dalla CGIL di Como dal titolo ” Sorveglianza sanitaria, giudizio di idoneità alla mansione, impugnazione del giudizio”.
Gli 80 partecipanti all’iniziativa hanno ascoltato gli interventi di approfondimento su un tema estremamente complesso e di interesse trasversale rispetto ai diversi luoghi di lavoro.
Ha avviato i lavori Luca Fonsdituri, coordinatore del dipartimento sicurezza della CGIL di Como “il Testo Unico norma in modo accurato il tema della sorveglianza sanitaria, tema sul quale i Rappresentanti dei lavoratori alla sicurezza devono mantenere un filo diretto con i loro colleghi di lavoro finalizzato a non abbassare il livello di guardia nelle aziende”.
ll dott. Lamberto Settimi, medico competente, ha focalizzato l’attenzione sui compiti del medico competente, gli oneri dell’azienda, le possibilità di interazione tra il medico competente e l’RLS; la dott.ssa Cristina Peverelli dell’ATS Insubria ha invece illustrato le procedure necessarie ad attivare un ricorso avverso al giudizio di inidoneità alla mansione e il ruolo dell’ATS nella gestione dei ricorsi; ha fatto seguito l’intervento del dott. Alberto Gardina, direttore dell’Ispettorato del lavoro Como e Lecco con un focus sulle modifiche normative al Testo Unico e al ruolo dell’Ispettorato del lavoro nel caso di controversie.
Era presente la CGIL Lombardia nella persona del Segretario Giulio Fossati “l’azione sindacale deve essere centrata oltre che alla prevenzione nei luoghi di lavoro anche alla rivendicazione dei diritti e al sostegno dei lavoratori che denunciano delle irregolarità”.
La relazione dell’avvocato Rolando Dubini ha sviscerato le modalità per attivare il procedimento giudiziale in caso di contenzioso in materia di idoneità e inidoneità alla mansione. Ha chiuso i lavori Rosaria Maietta ” ribadiamo la disponibilità della CGIL di Como attraverso tutte le sue strutture a supportare i nostri RLS nello svolgimento della loro mansione e i lavoratori nel percorso di verifica dei propri diritti e tutela nel caso in cui si aprano delle situazioni di sofferenza. Il ruolo dell’RLS è centrale per la tutela della sicurezza nei luoghi di lavoro, questo deve essere un terreno sul quale confrontarsi con gli attori istituzionali e costruire una rete che intervenga per il rispetto delle norme”.
La CGIL ribadisce l’importanza di riattivare il tavolo provinciale sulla sicurezza e programmare la “giornata sulla sicurezza provinciale” attualmente sospesa a causa del COVID.