A Varese sono 34 i progetti avviati per un totale di 110 milioni finanziati: altri 8 in fase di progettazione

0
792
Aperto cantiere per la Casa dello Studentato

VARESE, 3 luglio 2023-Sono 34 i progetti della città di Varese ammessi ai fondi PNRR per un valore di 110 milioni di euro finanziati grazie alle risorse europee. Da gennaio ad oggi il 74% dei progetti finanziati è in fase avanzata tra l’avvio dei lavori, gara pubblicata e in alcuni casi con interventi già realizzati. Tutto questo comporta che l’82% delle risorse ottenute grazie al PNRR sia già in fase di utilizzo da parte dell’amministrazione. Sono questi i principali dati comunicati oggi dal sindaco di Varese Davide Galimberti, insieme alla Dirigente del settore PNRR, Laura Menegaldo, che hanno fatto un aggiornamento sullo stato di avanzamento dei vari progetti legati al PNRR e sulla ricaduta in città delle risorse del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza. 

 

Cantiere ex Caserma Garibaldi

“Oggi abbiamo voluto fare un aggiornamento sullo stato di avanzamento dei progetti legati al Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza – ha spiegato il sindaco Davide Galimberti – a distanza di 6 mesi da quando illustrammo in Consiglio comunale tutti i progetti e gli interventi finanziati. Questo per informare i cittadini sui progressi in corso e gli obiettivi raggiunti. Nel prossimo Consiglio comunale presenteremo un ulteriore aggiornamento”.

 

La fotografia scattata oggi dal primo cittadino indica che 13 progetti vedono già la gara aggiudicata e l’avvio dei lavori per un valore di oltre 60 milioni di euro. Per 6 progetti invece ci sono le gare in corso per un valore di circa 30 milioni di euro. Nove interventi si trovano in fase di progettazione per circa 20 milioni di euro. Sono sei intanto le opere già completate per un valore di oltre 500 mila euro.

 

“Il 30 giugno appena trascorso è stata una data importante in termini di attuazione del PNRR, perché era fissata la scadenza per l’aggiudicazione dei lavori o la pubblicazione della gara – dice il sindaco Davide Galimberti – una data dunque significativa che permette di stilare un primo aggiornamento sull’avanzamento dei progetti legati alle risorse europee. Ad oggi la città di Varese ha messo in circuito oltre l’82% dei 110 milioni di euro che costituiscono le risorse complessive connesse ai finanziamenti europei, con il 74% dei lavori avviati o in corso di aggiudicazione. Sono dati che mostrano i risultati del grande lavoro di questi mesi, dal momento che in poco tempo è stato pienamente raggiunto un obiettivo significativo, grazie al lavoro di squadra di tutti gli uffici e assessorati coinvolti, con il coordinamento dell’ufficio dedicato all’attuazione del PNRR. Anche con il contributo dell’accordo stipulato con la Guardia di Finanza. Tutto questo si aggiunge agli interventi già in corso e produce un grande cambiamento e fermento in città”.

 

Per fare qualche esempio sono in corso i lavori per il nuovo Informagiovani mentre è stata aggiudicata la gara per la riqualificazione dell’Asilo Le Costellazioni e l’intervento in questo caso

Il cantiere di Largo Flaiano

inizierà a fine agosto. Stesso discorso per la realizzazione del nuovo Polo scolastico di San Fermo (Don Rimoldi) che vedrà l’avvio dei lavori questa estate. Lavori iniziati invece alla Scuola Don Bosco mentre a fine settembre inizieranno quelli per la realizzazione della palestra di arrampicata e del polo sportivo di San Fermo. Terminata invece la progettazione per la nuova pista ciclabile è in corso la gara per l’aggiudicazione dei lavori. In fase di progettazione ci sono due interventi importanti come quello legato alla sistemazione del problema del dissesto alla Martica e quello legato al Polo 0-6 di San Fermo. Sono stati aggiudicati anche i lavori per la riqualificazione della Villa Augusta mentre per la Piscina di Villa Mylius la gara è in corso. A Biumo invece è iniziato da Casa Frasconi l’intervento per il nuovo Studentato, mentre è in corso la progettazione per Villa Baragiola ed è in corso di valutazione la proposta di project financing per l’ex Macello. Nelle ultime settimane infine sono stati acquistati, grazie alle risorse PNRR, nove nuovi autobus elettrici.