venerdì, Giugno 21, 2024
HomeSpettacoli e CulturaRecensioni musicaliConcerto del Primo maggio a Roma: un successo mai visto prima con...

Concerto del Primo maggio a Roma: un successo mai visto prima con numeri record

ROMA, 2 maggio 2024-Il Concertone del Primo Maggio tenutosi ieri sera in un Circo Massimo gremito nonostante la pioggia, ha raggiunto livelli di successo mai visti prima, confermandosi come uno degli eventi più attesi e celebrati dell’anno.

L’atmosfera vibrante e l’energia contagiosa degli oltre 50 artisti e ospiti hanno reso questa edizione un momento indimenticabile per tutti, sia per chi ha partecipato in loco, che per chi lo ha seguito in TV, alla radio e sui social media.

 Il Concerto del Primo Maggio di Roma è promosso da CGIL, CISL e UIL, organizzato per il 9° anno da iCompany con la direzione artistica di Massimo Bonelli e la regia di Fabrizio Guttuso Alaimo.

(Foto di Roberto Panucci)

Con una line-up eccezionale composta da grandi artisti che rappresentano il presente della fervente scena musicale nazionale e da giovani emergenti destinati a farsi conoscere sempre di più, il Concertone ha catturato l’attenzione di milioni di spettatori registrando record di interazioni su ogni media, coniugando la potenza della musica con un messaggio di speranza, solidarietà e cambiamento, riflettendo le sfide e le aspirazioni del nostro tempo.

 Costruiamo insieme un’Europa di pace, lavoro e giustizia sociale” è lo slogan che CGIL, CISL e UIL hanno scelto per la Festa dei Lavoratori 2024. Così i tre sindacati confederali hanno dedicato la giornata del Primo Maggio 2024 al ruolo strategico dell’Europa quale costruttrice di pace, lavoro e giustizia sociale, in un momento storico attraversato da molte crisi, ambientali, sociali, fino alle troppe guerre ancora in corso.

Alla conduzione di questo memorabile spettacolo, due affermati protagonisti della musica italiana NOEMI e ERMAL META, affiancati dalla straordinaria presenza dei BIGMAMA. Questo trio ha dato vita a una conduzione spontanea ed entusiasta, ogni artista è stato presentato con una foto e un testo personale, permettendo al pubblico di entrare ancora più profondamente nell’universo creativo di ogni performer.

Noemi, Ermal Meta e BigMama hanno anche condiviso dei messaggi basati sulle loro personali esperienze, aggiungendo autenticità e profondità al Primo Maggio di Roma, parlando di unità e inclusione.

BigMama ha raccontato l’importanza di affrontare la paura «Il fallimento è qualcosa di prezioso, ti fa ragionare su quanto credi nel tuo sogno, nella tua forza interiore. Io lo chiamo desiderio di rivalsa, la cosa più bella che ho».

Concerto Circo Massimo dal drone

Ermal Meta ha parlato dell’istruzione scolastica «L’equità nell’istruzione è essenziale per garantire un futuro in cui ogni individuo possa realizzare se stesso. Dobbiamo eliminare i pregiudizi e le barriere che limitano l’inclusione, affinché nessuno venga lasciato indietro. Perché il futuro è una promessa che dev’essere mantenuta per tutti».

Noemi delle difficoltà che incontrano le donne nel mondo del lavoro e delle conseguenze che ne derivano «In Italia una donna su due non ha un lavoro, lo stipendio di una donna è di quasi 8mila euro più basso di quello di un uomo, una donna su cinque lascia il lavoro dopo aver avuto un figlio. Non lavorare o guadagnare troppo poco rende le donne vulnerabili, solo con l’autonomia e l’indipendenza economica si possono difendere da soprusi, ricatti e da uomini violenti».

RELATED ARTICLES
- Advertisment -
Google search engine

Most Popular