Leggere un pò di Blues fa bene in questi momenti tristi: mensile Il Blues da scaricare gratuitamente

VARESE, 20 marzo 2020-In questo periodo di riposo forzato, anche Il Blues come trimestrale di cultura musicale, vuole fare la sua piccola parte, ed offre gratuitamente, fino a giugno 2020, la lettura delle annate 2017 2018,  ben otto numeri ricchi di contenuti, articoli, interviste e recensioni,  con l’intento di supportare il mondo della musica in maniera diversa, visto il fermo di tutta l’attività concertistica. Speriamo che  apprezzerete la nostra offerta e che troverete magari tra i vari numeri a disposizione lo spunto per approfondire la conoscenza della musica blues e dintorni!

Solidarietà digitale: https://solidarietadigitale.agid.gov.it/#/

Per scaricare i numeri gratuitamente seguite i seguenti link:

Annata 2017 – https://www.ilbluesmagazine.it/2017/
Annata 2018 – https://www.ilbluesmagazine.it/2018/




L’Arte, i bambini, il coronavirus: viaggio con la fantasia di Andrea Bianconi e figlia

VARESE, 19 marzo 2020-Andrea Bianconi con la fantasia viaggia insieme alla figlia, la piccola Ancilla, e insieme sorvolano il mondo sulle nuvole.

In questi giorni di permanenza a casa, per rispettare le misure di contenimento del Coronavirus, la creatività dell’artista contagia la fantasia della figlia e, insieme, realizzano grandi opere d’arte ispirate dalla condizione attuale. Non ci si può muovere, bisogna stare a casa, ma la mente no, lei può viaggiare e con essa la creatività che oltrepassa ogni limite, ogni barriera, ogni confine. Non aerei, ma soffici nuvole, su cui viaggiare in un fantastico giro del mondo. È la forza dell’arte che vince anche in questi difficili giorni e che diventa fattore di contagiosa positività.

L’idea di Andrea Bianconi verrà rilanciata da Casa Testori, invitando anche altri artisti a lavorare con i loro figli per regalare a tutti la loro freschezza, e spontaneità.




Lo spettacolo ”I don’t dance alone” in diretta online su canali social del Ma.Ga di Gallarate

GALLARATE, 18 marzo 2020-Da giovedì 19 marzo 2020, sui canali social del Museo MA*GA di Gallarate, prende il via la performance online, dal titolo ”I don’t dance alone” di Jacopo Miliani.

I don’t dance alone, curato dallo stesso Jacopo Miliani e da Vittoria Broggini, è l’invito a compiere una danza, gesto dalla funzione vitale che, se condiviso, estende il proprio senso in quello di un rituale collettivo, una performance visibile su Facebook, Instagram e YouTube che mette in atto le dinamiche della danza per comunicare nuove modalità creative di visione e di partecipazione, condizionate dal momento che si sta attraversando.

La danza e la performance diventano, quindi, una forza aggregativa capace di diffondere emozioni e messaggi di speranza, necessarie al singolo quanto alla comunità.

 

I don’t dance alone si concentra sul ballo, forma di espressione personale e collettiva, la cui influenza si riflette positivamente sia sulla dimensione sociale sia su quella individuale.

Attraverso il gesto – di chi balla, di chi sceglie la musica e il ritmo con cui guardare la danza, di chi si sente spinto a partecipare con un proprio video – si compie il passaggio simbolico dall’isolamento privato alla condivisione collettiva.

 

 

La richiesta di attivarsi nella creazione di un video di performance/danza da diffondere pubblicamente è rivolta agli utenti della rete in modo da avere un ruolo attivo sia nella partecipazione che nella fruizione dei video.

In questo modo la distanza tra le persone si riduce a una vicinanza nella comunicazione e nella condivisione del materiale video e delle modalità di fruizione, facendo sì che il rapporto tra il singolo e la comunità sia costante.

 

I don’t dance alone suggerirà sia come guardare i video/danza che verranno diffusi dal progetto sui canali social del MA*GA sia come realizzare il proprio video/danza.

 




Teatro di Varese comunica nuove date spettacoli: uffici attivi online

VARESE, 17 marzo 2020- Come tutte le attività anche il Teatro di Varese rimane chiuso fino a nuove disposizioni.

E” possibile avere notizie o informazioni varie su spettacolo via mail, scrivendo a biglietteria@teatrodivarese.it oppure tramite la pagina Facebook. Dato l’elevato numero di richieste di contatto, vi potrebbero essere ritardi nel rispondere.

La direzione del teatro varesino nel frattempo comunica la lista aggiornata delle variazioni al cartellone a partire dal 28 febbraio in poi, ricordando che per gli spettacoli annullati è previsto il rimborso dei biglietti secondo le modalità e le tempistiche indicate per ogni evento, mentre per gli spettacoli riprogrammati NON è previsto rimborso.

ANTONIO ORNANO (28.02.2020): spettacolo ANNULLATO. Rimborsi entro il 14.03.2020 esclusivamente presso il punto vendita di acquisto, per i biglietti acquistati al botteghino del teatro verificare sul nostro sito le modalità di rimborso dei biglietti.

BIG ONE. THE VOICE AND THE SOUND OF PINK FLOYD (29.02.2020): spettacolo SPOSTATO AL 15.05.2020 ORE 21:00.

TOSCA (01.03.2020): spettacolo RIMANDATO A DATA IN VIA DI DEFINIZIONE. I biglietti acquistati restano validi per la nuova data.

GREASE (06.03.2020): spettacolo SPOSTATO AL 06.04.2020 ORE 21:00. I biglietti acquistati restano validi per la nuova data.

ANGELA FINOCCHIARO (inizialmente previsto per 08.03.2020 e poi riprogrammato per il 15.03.2020): spettacolo SPOSTATO AL 09.05.2020 ORE 21:00. I biglietti acquistati restano validi per la nuova data.

GHOST (inizialmente previsto per 13.03.2020 e poi riprogrammato per il 28.04.2020): spettacolo SPOSTATO AL 06.11.2020 ORE 21:00. I biglietti acquistati restano validi per la nuova data.

TERESA MANNINO (18.03.2020): spettacolo SPOSTATO AL 26.05.2020 ORE 21:00. I biglietti acquistati restano validi per la nuova data.

RENZO ARBORE(19.03.2020): spettacolo SPOSTATO AL 28.11.2020 ORE 21:00. I biglietti acquistati restano validi per la nuova data.

OPEN DI D. EZRALOW (20.03.2020): spettacolo ANNULLATO. Rimborsi entro il 05.04.2020, per i biglietti acquistati presso il botteghino del teatro verificare sul nostro sito le modalità di rimborso dei biglietti.

RIMBAMBAND (21.03.2020): spettacolo ANNULLATO. Rimborsi a partire dal 28.03.2020 ed entro il 05.04.2020, per i biglietti acquistati presso il botteghino del teatro verificare sul nostro sito le modalità di rimborso dei biglietti.

MAURIZIO LASTRICO (27.03.2020): spettacolo ANNULLATO. Rimborsi a partire dal 05.04.2020 fino al 18.04.2020, per i biglietti acquistati presso il botteghino del teatro verificare sul nostro sito le modalità di rimborso dei biglietti.

VIRGINIA RAFFAELE: lo spettacolo previsto il 28.03 è SPOSTATO AL 29.04.2020 ORE 21:00, lo spettacolo previsto il 29.03 è SPOSTATO AL 30.04.2020 ORE 21:00.
I biglietti acquistati restano validi per le nuove date secondo i recuperi appena descritti (biglietti 28.03 validi per il 29.04 – biglietti 29.03 validi per il 30.04).

GIGI D’ALESSIO (03.04.2020): spettacolo SPOSTATO AL 28.05.2020 ORE 21:00. I biglietti acquistati restano validi per la nuova data.

IL CAMMINO DELL’ANIMA – ANGELO BRANDUARDI (04.04.2020): spettacolo SPOSTATO AL 5.12.2020 ORE 21:00. I biglietti acquistati restano validi per la nuova data.

MUMMENSCHANZ (09.04.2020): spettacolo ANNULLATO. Rimborsi a partire dal14.04.2020 fino al 26.04.2020, per i biglietti acquistati presso il botteghino del teatro verificare sul nostro sito le modalità di rimborso dei biglietti.

SHAPIRO E VANDELLI (17.04.2020): il tour teatrale di Shapiro e Vandelli è stato interamente ANNULLATO. Il rimborso dei biglietti acquistati potrà essere richiesto presso il punto vendita di acquisto a partire dal 20 aprile ed entro il 15 maggio. Per i biglietti acquistati presso il botteghino del teatro verificare sul nostro sito le modalità di rimborso dei biglietti.

I TRE PORCELLINI (19.04.2020): spettacolo ANNULLATO. Il rimborso dei biglietti acquistati potrà essere richiesto presso il punto vendita di acquisto a partire dal 24 aprile ed entro il 5 maggio. Per i biglietti acquistati presso il botteghino del teatro verificare sul nostro sito le modalità di rimborso dei biglietti.

GIGI E ROSS (19.04.2020): spettacolo ANNULLATO. Il rimborso dei biglietti acquistati potrà essere richiesto presso il punto vendita di acquisto a partire dal 11.05.2020 ed entro il 23.05.2020. Per i biglietti acquistati presso il botteghino del teatro verificare sul nostro sito le modalità di rimborso dei biglietti.

BARBARA FORIA (19.04.2020): spettacolo ANNULLATO. Il rimborso dei biglietti acquistati potrà essere richiesto presso il punto vendita di acquisto a partire dal 20.05.2020 ed entro il 31.05.2020. Per i biglietti acquistati presso il botteghino del teatro verificare sul nostro sito le modalità di rimborso dei biglietti.

LA STAGIONE DEI PICCOLI CON BETTY E CHICCO COLOMBO: gli spettacoli previsti nel mese di marzo sono annullati, i possessori dei biglietti verranno contattati quanto prima per le modalità di rimborso.

Ricordiamo infine che per lo spettacolo di Beppe Grillo “Terrapiattista” in programma presso il nostro teatro il 14.03.2020 è stato ANNULLATO a fine gennaio insieme all’intera tournée. Le richieste di rimborso dei biglietti dovranno essere presentate presso il punto vendita di acquisto entro il 19.03.2020.

STAGIONE DI PROSA: gli spettacoli “Macbeth” previsto il 24 marzo e “Le allegre comari di Windsor” previsto il 21 aprile sono sospesi in attesa di ulteriori comunicazioni riguardo la possibilità di recuperare i due eventi nelle prossime settimane.
Il rimborso, dove previsto, può essere richiesto solo ed esclusivamente presso il punto vendita di acquisto:
– botteghino del Teatro = verificare sul nostro sito le modalità di rimborso dei biglietti.
– online su Ticketone = rimborso online contattando Ticketone al n. 892.101 oppure compilando il modulo alla pagina “servizio clienti”
– punto vendita Ticketone = rimborso presso il medesimo punto vendita

Ricordiamo infine che, a chi fosse in possesso di biglietti per uno degli spettacoli ANNULLATI acquistati presso il botteghino del Teatro, è offerta la possibilità di devolvere il rimborso a favore della raccolta fondi indetta da Fondazione Circolo della Bontà Onlus per l’ospedale della nostra città: tutte le informazioni sull’iniziativa sono presenti nella home page del nostro sito www.teatrodivarese.itNon rientrano nell’iniziativa i biglietti acquistati tramite circuito Ticketone (online o nei punti vendita).




Prime lauree a distanza all’Insubria: 32 studenti e 16 professori connessi ciascuno da casa propria

VARESE, 16 marzo 2020 – Prime lauree completamente online oggi all’Università dell’Insubria. Trentadue studenti e 16 professori si sono collegati in sedute virtuali, ciascuno da casa propria. I candidati hanno discusso le loro tesi dalla scrivania o dal tavolo del salotto, dialogando con la commissione attraverso le finestre di Microsoft Teams, sono poi stati proclamati dottori a gruppi di tre per volta e hanno ricevuto dai professori un applauso virtuale ma carico di significati. In totale sono 656 le lauree a distanza in programma tra Varese e Como da oggi al primo aprile: la consegna delle pergamene è rimandata per tutti i nuovi dottori al Graduation day che sarà organizzato non appena possibile.

«Voglio applaudire anche io i nostri nuovi laureati di oggi – ha commentato il rettore Angelo Tagliabue –.  Sono fiero di come docenti e studenti abbiano saputo rispondere all’emergenza con nuove modalità di didattica e lauree, con il supporto dei servizi informatici dell’ateneo che stanno coordinando una rete estesa e perfettamente funzionante. Ora dobbiamo cominciare a guardare avanti e lavorare insieme per un nuovo futuro, alla luce delle criticità ma anche delle risorse che il Coronavirus ha evidenziato».

Barbara Pozzo, direttrice del Dipartimento di Diritto economia e culture, ci spiega alcuni aspetti pratici e giuridici della laurea a distanza: «La validità è garantita dal fatto che la seduta è pubblica, in quanto alcuni studenti assistono da remoto alla discussione del candidato, mentre quando la commissione valuta vengono disconnessi tutti gli studenti per rispettare la segretezza e la riservatezza del momento. Successivamente, il presidente e il segretario verbalizzano i voti attraverso la piattaforma e-learning, alla quale si accede soltanto con credenziali segrete».

Laureati in Scienze del turismo

Lungo l’elenco dei nuovi dottori di oggi, molti premiati dalla lode. Per Scienze della comunicazione sono: Eleonora Benincasa, Federica Cirillo, Carlotta Franzoni, Valentina Ciano, Debora Loddo, Giulia Melli, Giorgia Catania, Gaia Tassi, Elena Pesci e Lorenzo Bertoli.

Per Scienze e tecniche della comunicazione (laurea magistrale): Luisa Barattucci, Benedetta Caria, Annachiara Brusa, Veronica Tecchio, Melissa Furlan e Martina Padulazzi, Michela Romito, Jelena Draskovic, Loredana Parolisi, Andrea Vailati, Miguel Angel Tomassone, Linda Fusé e Simone Cordaro.

Per Scienze del turismo: Ilaria Gigliotti, Alessia Virginia Borghi, Clara Bosisio, Maide Cristina Cattapan, Christine Elysse Litimco, Mero Beyra Del Carmen, Stefano Casanova. Per Lingue moderne: Valeria Leonardi e Andrea Manfredini.

Le tre commissioni, presiedute da Paolo BelliniFlavia Cortelezzi e Giulio Facchetti, erano composte dai professori: Paola Biavaschi, Mario Conetti, Antonio Maria Orecchia, Erasmo Silvio Storace, Paolo Luca Bernardini, Lino Panzeri, Jane Christopher, Francesco Buscemi, Roberta Bogni, Alessandra Vicentini, Katia Visconti, Giorgio La Rosa e Daniel Russo.




Bruce Springsteen, disponibile da oggi il film “Western Stars” in versione digitale

VARESE, 13 marzo 2020-“Western Stars”, la versione cinematografica dell’omonimo album di successo internazionale di BRUCE SPRINGSTEEN, presentato in anteprima alla 14° Festa del Cinema di Roma, è disponibile in digitale (anche in 4K UHD) a partire da oggi, venerdì 13 marzo. È possibile vedere i primi 10 minuti del film sul canale YouTube ufficiale di Warner Bros. Italia al seguente link: https://youtu.be/Q_goRb3CjVg

Il film, co-diretto da Thom Zimny e Bruce Springsteen, al suo debutto alla regia, è già disponibile per l’acquisto in digitale su Apple Tv, Youtube, Google Play, TIMvision, Chili, Rakuten TV, PlayStation Store, Microsoft Film & TV. Da oggi, venerdì 13 marzo, il film è inoltre disponibile anche per il noleggio su Sky Primafila, Vvvid e Infinity.

Il film “Western Stars” offre ai fan di tutto il mondo l’unica opportunità di vedere Springsteen esibirsi accompagnato da una band e da un’intera orchestra presso la Stone Hill Farm a Colts Neck (New Jersey), sotto il soffitto a cattedrale del fienile della sua centenaria proprietà.

La colonna sonora del film, Western Stars – Songs From The Film” (certificata ORO in Italia), contiene tutti i 13 brani di “Western Stars” e la cover di “Rhinestone Cowboy” di Glen Campbell.

Toccando temi come l’amore e la perdita, la solitudine e la famiglia, e l’inesorabile passare del tempo, il docu-film evoca il West americano – sia il leggendario che il duro – in cui si intrecciano filmati d’archivio ed il racconto in prima persona della rockstar con la canzone per narrare la storia.

Questa la tracklist di “Western Stars – Songs From The Film (Columbia Records/Sony Music): Hitch Hikin’”, “The Wayfarer”, “Tucson Train”, “Western Stars”, “Sleepy Joe’s Café”, “Drive Fast (The Stuntman)”, “Chasin’ Wild Horses”, “Sundown”, “Somewhere North of Nashville”, “Stones”, “There Goes My Miracle”, “Hello Sunshine”, “Moonlight Motel”, “Rhinestone Cowboy”.

 Tutti i brani sono stati scritti da Bruce Springsteen, eccetto “Rhinestone Cowboy”.

La colonna sonora è stata prodotta da Springsteen insieme a Ron Aniello ed è stata mixata e masterizzata rispettivamente da Bob Clearmountain e Bob Ludwing, lo stesso duo leggendario dietro al successo di “Springsteen on Broadway”.

Il film “Western Stars” è scritto ed interpretato da Bruce Springsteen, con Special Guest Patti Scialfa. Thom Zimny, Jon Landau, Barbara Carr e George Travis hanno prodotto il film, con la produzione esecutiva di Springsteen. Direzione della fotografia di Joe DeSalvo, e montaggio di Zimny.

Springsteen e Zimny hanno collaborato a diversi progetti nel corso degli anni, tra cui il documentario “The Promise: The Making of Darkness on the Edge of Town”, e la versione filmata trasmessa su Netflix del vincitore del Tony Award “Springsteen on Broadway”, che Zimny ​​ha diretto.

Il film è disponibile su:

Apple TV App*: http://bit.ly/38sO2Gr

Google Play*: http://bit.ly/2THhbbF

YouTube*: http://bit.ly/32TKkEJ

Chili: http://bit.ly/39vfmoD

Rakuten*: http://bit.ly/2wvf7eW

TIMvision: http://bit.ly/2VQn1u0

Microsoft*: http://bit.ly/2TI7sSj

*Disponibile anche in 4K UHD sui dispositivi abilitati




Gianna Nannini venerdí in diretta streaming dalla sua casa di Milano

MILANO, 12 marzo 2020-Dopo il grande successo della prima diretta streaming di oggi, giovedì 12 marzo, GIANNA NANNINI dà appuntamento a domani, venerdì 13 marzo, sempre alle ore 16.00, per una nuova diretta dalla sua casa a Milano!

Oggi, oltre 14.000 account si sono collegati per ascoltare live Gianna Nannini, accompagnata alla chitarra dall’amico e storico collega Marco Colombo.

Ha cantato “L’aria sta finendo”, “Sei nell’anima”, “Io e Bobby Mc Gee”, “America ” e “La differenza”, invitando il pubblico a non ascoltare passivamente ma a farsi raggiungere dalle «vibes rock’n’roll» come se fossero «un’onda che porta gioia in questo momento terribile».

Un «concerto – non concerto» che per Gianna non è tanto una scaletta di canzoni ma un viaggio, come il percorso che l’ha portata in America, poi di nuovo qui e infine nuovamente in America a registrare in presa diretta il nuovo album “La differenza”. Un appuntamento pensato per «farvi stare in solitudine il meno possibile», che rimarrà visibile sull’account Instagram di Gianna per 24 ore.




Asta d’arte online per salvare l’Italia: idea del pittore valdostano Gabriele Maquignaz

VARESE, 12 marzo 2020-La corsa per la raccolta fondi a favore del rilancio dell’Italia mentre il Coronavirus imperversa è appena cominciata. Dopo la mobilitazione del mondo della cultura con l’hashtag #iorestoacasa è la volta del mondo dell’arte. Visite virtuali e documentari a parte, tutti gli artisti italiani sono chiamati a rimboccarsi le maniche. L’idea, lanciata dal padre fondatore del movimento artistico Aldilà, il valdostano Gabriele Maquignaz, è quella di coinvolgere l’intero settore per dar vita a un progetto di dimensione nazionale: Arte Italia.

Insieme, per rilanciare il paese, sono chiamati all’appello, oltre agli artisti italiani, anche critici e storici dell’arte, musei e gallerie, le case d’asta, gli imprenditori, i filosofi ecc. Per contrastare quella che l’OMS (l’Organizzazione mondiale della sanità) ha dichiarato una pandemia, serve un’azione coinvolgente e unificata. Così la pensa Gabriele Maquignaz, che suggerisce caldamente di seguire la direzione della solidarietà attiva e di mettere in pratica ciò che da sempre nobilita l’essere umano: l’arte. Piccola divagazione sul tema: l’etimologia stessa della parola, che probabilmente deriva dalla radice ariana ar- (che in sanscrito significa “andare verso”) suggerisce l’immagine dell’adattamento, del fare, della produzione armonica. E cosa c’è di più armonioso di un gesto altruista fatto per mezzo di opere d’arte?

Con l’intenzione di raccogliere più opere possibili, Gabriele Maquignaz propone l’organizzazione di un’asta online che abbracci tutta la nazione. L’arte salverà l’Italia? Certamente contribuirà a farlo. L’artista ha trovato in questa forma d’espressione, nell’arte, la sua ragione di vita. Con il Manifesto Codice Aldilà, presentato nel 2018 ad Albissola Marina (SV), ha esposto la sua ricerca in merito a temi esistenziali quali vita, morte, spazio e tempo. Il suo percorso trova un acceleratore naturale: l’incontro con Philippe Daverio, con il quale ha presentato lo scorso febbraio a Milano il suo ultimo catalogo edito da Skira Edizioni: La Porta dell’Aldilà.

In un periodo di ansie, di emergenze e di crisi come questo, profondamente segnato dalla presenza del virus Covid-19, occorre elevare lo sguardo. L’arte può essere anche una cura materiale, il suo valore può essere anche concreto oltre che emozionale.




”La panchina dei versi”: festival online di arte, musica, letteratura per distrarsi dal coronavirus

VARESE, 11 marzo 2020-Sono giorni difficili per tutto lo Stivale, che è costretto a fronteggiare l’avanzata del Covid-19.

Soprattutto in queste ore è necessario sensibilizzare le persone alla responsabilità, ma anche sfruttare nuovi canali che consentano, da una parte, di rispettare le regole del nuovo decreto sul coronavirus, dall’altra, di combattere la solitudine, la paura e l’isolamento durante questi giorni di rintanamento in casa.

È partito da questo presupposto il poeta ed editore calabrese Giuseppe Aletti, che ha lanciato il festival culturale della condivisione del sapere “La Panchina dei Versi”, dove gli utenti potranno interagire direttamente da casa, semplicemente seguendo la pagina Facebook “Il Paese della Poesia – Il Federiciano” www.facebook.com/ilpaesedellapoesia

Scrive Aletti sulla pagina social: «In questi tempi incerti, di isolamento, di solitudine, il dono più grande è la condivisione del sapere. Noi offriamo la nostra “Panchina dei versi” per sentirsi vicini anche a distanza».

Giuseppe Aletti con Francesco Baccini

Cos’è “La Panchina dei versi” in dettaglio? È un festival online dove artisti, poeti, intellettuali, autori, si collegheranno da casa propria per condividere una diretta (miniconcerti, letture, lezioni) e tenere compagnia agli utenti collegati, attraverso l’arte e la cultura. Ad inaugurare il festival sarà il cantautore Francesco Baccini, venerdì 13 marzo alle ore 23,00.

Sono già state comunicate nuove adesioni, che aumentano di ora in ora. Ci sarà l’intellettuale libanese naturalizzato italiano Hafez Haidar, accademico emerito, professore dell’Università di Pavia, tra i principali traduttori in italiano di Gibran e candidato al Premio Nobel per la Pace. Hanno dato la loro disponibilità anche la più importante traduttrice in italiano e georgiano Nunu Geladze; il regista dei poeti Cosimo Damiano Damato, in questi giorni in libreria con il libro “L’ora X. Una storia di Lotta Continua”, scritto assieme ad Erri De Luca; il noto performer e cantante Gianluigi Esposito; il formatore Pino Suriano, presidente della Società Dante Alighieri di Matera; il chitarrista Alberto Lombardi; il regista e attore teatrale Alessandro Quasimodo, figlio del poeta Premio Nobel Salvatore Quasimodo; lo speaker musicale Beppe Tuoto, il professore universitario Mario Caligiuri; il pianista Claudio Cojaniz;  e infine il poeta Giuseppe Aletti.  L’iniziativa gode dell’appoggio del regista Pupi Avati.

Ma il calendario di questo festival virtuale, che ci accompagnerà durante tutto il periodo delle restrizioni di spostamenti per l’emergenza coronavirus, è ancora in divenire ed ha in programma altri importantissimi nomi che verranno comunicati in itinere.

Non rimane, dunque, che restare collegati, seguendo l’invito di Aletti: “Resta dove sei, veniamo noi a casa tua”.

 




Ligabue compie 60 anni: al via lungo tour europeo. Prima data Amsterdam

VARESE, 11 marzo 2020-Un anno molto importante per LUCIANO LIGABUE che celebra 30 anni di straordinaria carriera.

I festeggiamenti partiranno da aprile con “EUROPE 2020”, 8 date live nelle principali città europee, e culmineranno il 12 settembre alla RCF Arena Reggio Emilia (Campovolo) con “30 ANNI IN UN GIORNO”, l’attesissimo evento live in data unica che ha già registrato il sold out con 100.000 biglietti venduti.

 Prima tappa del tour europeo sarà quella del 23 aprile alla Melkweg di Amsterdam a cui seguiranno Londra (il 26 aprile allo Shepherd’s Bush Empire), Parigi (il 28 aprile al Bataclan), Bruxelles (l’1 maggio al Cirque Royal), Monaco di Baviera (il 5 maggio alla Muffathalle), Stoccarda (il 7 maggio al LKA Longhorn) e a Barcellona (il 9 maggio al Razzmatazz).

Inoltre, il 19 luglio Ligabue si esibirà a Locarno in occasione del Moon & Stars Festival 2020.

I biglietti per “EUROPE 2020” sono attualmente disponibili su www.ticketone.it e punti vendita abituali. Per informazioni: www.friendsandpartners.it

Queste 8 date saranno gli unici appuntamenti live di Luciano Ligabue prima di “30 ANNI IN UN GIORNO”, uno degli eventi più attesi dell’anno con cui il rocker celebrerà 30 anni di straordinaria carriera e inaugurerà la RCF Arena Reggio Emilia (Campovolo), uno spazio totalmente nuovo e creato rigorosamente ad hoc per la musica con una capienza di massimo 100.000 spettatori e una pendenza del 5% per garantire una visuale e un’acustica ottimali.

 30 ANNI IN UN GIORNO (prodotto e organizzato da Riservarossa e Friends & Partners)nonostante l’anticipato sold out, rimarrà in data unica, proprio per permettere al pubblico di vivere un’esperienza irripetibile (inizio concerto: ore 20.30).

 Non poteva che essere il Campovolo ad incorniciare questo evento con cui LUCIANO LIGABUE festeggerà i 30 anni di una carriera, iniziata nel 1990 con l’album omonimo, un luogo che negli anni lo ha visto protagonista, più volte, con concerti entrati a pieno titolo nella memoria collettiva della grande musica live italiana.

 Oltre ai tantissimi punti di ristorazione, RCF Arena Reggio Emilia al Campovolo ospiterà un’area giochi, un’area multimediale, un’area dove si potrà ripercorrere attraverso varie immagini la carriera di LIGABUE e ci sarà una ruota panoramica da dove il pubblico potrà godersi la festa dall’alto e con una visione a 360 gradi. Sono disponibili su www.ligabue.com e www.friendsandpartners.it le informazioni relative ai parcheggi, alle modalità di accesso all’area concerto (in base alla tipologia di biglietto acquistato), al campeggio e ai treni speciali (A/R in giornata per Reggio Emilia).  Eventi in Bus Mobility, partner di LIGABUE – “30 ANNI IN UN GIORNO”, organizzerà servizio autobus A/R da tutta Italia all’area del Campovolo con diversi orari di arrivo e partenza da 150 città (Info: www.eventinbus.com).

Tutte le informazioni riguardanti l’accesso al luogo dell’evento per le persone diversamente abili sono disponibili al seguente link: https://www.friendsandpartners.it/manuale-dello-spettatore

TicketOne è Official Ticketing partner di LIGABUE – “30 ANNI IN UN GIORNO”.