1

Natalino Balasso interpreta Ruzante al Teatro di Locarno

LOCARNO, 12 gennaio 2022-Secondo appuntamento teatrale a Locarno, per la stagione di spettacoli invernali primaverili, che si tiene al teatro di Locarno promossa dall’associazione “Amici del Teatro di Locarno”.

Sabato 15 gennaio alle ore 20.30, domenica 16 gennaio alle 17.00 è la volta di Natalino Balasso che porta in scena un altro dei suoi divertenti e riflessivi spettacoli, “Balasso fa Ruzante (amori disperati in tempo di guerre)”. L’opera presentata è una riscrittura dell’opera di Angelo Beolco, detto appunto il Ruzante. Balasso ha lavorato su una traduzione dei testi da lui scelti, una sorta di antologia di brani presi da opere diverse, mescolando uno pseudo linguaggio fiorentino d’epoca con espressioni venete.  Le due recite in programma sono precedute, venerdì 14 gennaio, alle 17.30, al Palexpo Fevi, via alla Peschiera 9, sala 1 al primo piano, dalla conferenza di introduzione alle opere di Ruzante con il prof. Bruno Beffa che tratterà il tema: Angelo Beolco, detto il Ruzante, tra genio e sregolatezza.

L’ ingresso libero, è disciplinato dalle norme anti Covid.




“Racconti lombardi”, concorso letterario organizzato da Historica edizioni e Cultora

VARESE, 12 gennaio 2022-La casa editrice indipendente Historica edizioni (www.historicaedizioni.com) in collaborazione con il sito Cultora (www.cultora.it) indice la nuova edizione del concorso letterario “Racconti lombardi”. La partecipazione al concorso è gratuita ed è rivolta a tutte le persone, italiane o straniere, nate, residenti o domiciliate in Lombardia.

L’oggetto del concorso riguarda esclusivamente la sezione narrativa. Gli autori intenzionati a partecipare al concorso dovranno inviare racconti inediti e redatti in lingua italiana. Possono partecipare anche testi già premiati in altri concorsi, purché sempre inediti e redatti in lingua italiana.

Gli elaborati dovranno essere inoltrati entro e non oltre il 15 febbraio 2022 in formato word con nome, cognome, indirizzo, numero di telefono e nome del Concorso al seguente indirizzo e-mail: raccontilombardi@gmail.com

I racconti vincitori verranno pubblicati da Historica edizioni in un libro che sarà in vendita nelle librerie (con distribuzione Libro.co), sul sito di Historica, alle principali fiere della piccola e media Editoria cui parteciperà l’editore e sui principali book-stores online.

Bando Racconti Lombardi 2022




Sidney Poitier, beloved legend and first black best actor Oscar winner, dead at 94

NEW YORK, Junuary 7, 2022-Legendary actor Sidney Poitier, whose 71-year career included iconic roles in the classic Hollywood films “A Raisin in the Sun,” “Guess Who’s Coming to Dinner” and “Uptown Saturday Night,” has died.

The actor was 94. His cause of death has yet to be confirmed.

The news was announced by Minister of Foreign Affairs Fred Mitchell, prompting tributes, The Independent reported.

Bahamas Prime Minister Philip Brave Davis is set to hold a press conference in tribute of the late legend on Friday morning, local outlets reported.

The Post has reached out to reps for Poitier for comment.

Tributes immediately started flooding after news of his passing.

Emmy-winning actor Jeffrey Wright lauded Poitier as “one of a kind” and referenced the classic film “To Sir With Love” in a tribute tweet. “What a landmark actor. One of a kind. What a beautiful, gracious, warm, genuinely regal man,” Wright wrote. “RIP, Sir. With love.”

“Rest in power beautiful human being and actor Sir Sydney Poitier,” Rosanna Arquette tweeted.(NYPOST.COM)




Recensioni libri: ‘Mai stati innocenti’ di Valeria Gargiulo (Salani editore)

VARESE, 6 gennaio 2022-Un grande esordio al femminile quello di Valeria Gargiulo con il romanzo ‘Mai stati innocenti’ (Salani editore)

Una ragazza disposta a tutto pur di liberare se stessa e il fratello dal luogo in cui è nata e dalla condanna della miseria. 

Una storia d’amore e di violenza ambientata nella periferia italiana; una realtà sociale forte e cruda e un rapporto tra fratello e sorella viscerale

«Esordi come questo capitano una volta ogni dieci anni. È un libro splendido, brucia l’anima. Leggetelo prima che potete».
Mattia Signorini

Campo dell’Oro, schiacciato tra la campagna e il mare, è alla periferia di Civitavecchia, un quartiere malfamato, pericoloso. Crescere lì significa non avere alcuna prospettiva: i ragazzi vivono in case fatiscenti, in un’aria malsana a causa degli impianti industriali, che corrode l’anima delle persone. Per sopravvivere bisogna picchiare, rubare, spacciare, senza famiglia e senza legge. Per questo Anna sogna di andarsene e ha messo via dei risparmi per trasferirsi a Milano e studiare all’università. Ma quel tempo è ancora lontano. Il presente significa fare i conti con i Sorci, una banda di giovani delinquenti che spadroneggia nel quartiere e che tra le proprie fila ha reclutato Simone, il fratellino di Anna. Poiché sottrarlo a certa gente non si può, l’unico modo per proteggerlo sarà entrare lei stessa nella banda, affrontare il proprio lato oscuro, andare incontro alla violenza, fino alle estreme conseguenze. Tutto, fuorché arretrare e abbassare la testa.
L’AUTRICE
Valeria Gargiullo proviene da un quartiere popolare di Civitavecchia e cerca nella scrittura una forma di riscatto. Ha frequentato il Master in Tecniche della Narrazione della scuola Palomar e attualmente vive a Roma.




A Milano il collettivo internazionale Ouchhh ha trasformato l’Arco della Pace di Milano in un’opera d’arte digitale immersiva

MILANO, 4 gennaio 2022. Reasoned Art, start-up società benefit italiana dedicata alla cryptoarte e operante tramite tecnologia blockchainha portato il primo monumento al mondo nel Metaverso. Per tre giorni – 30, 31 dicembre 2021 e 1° gennaio 2022 – nel simbolico momento di passaggio tra il vecchio e il nuovo anno, il collettivo internazionale Ouchhh ha rivestito l’Arco della Pace di Milano con un’innovativa data sculpture a 360°, trasformando uno dei monumenti simbolo del capoluogo lombardo in un’opera d’arte immersiva. L’opera AI Dataportal_Arch of Light, che include un’esperienza VR unica nel suo genere, diventerà a breve un NFT, rendendo l’Arco della Pace il primo monumento al mondo mai entrato nel Metaverso.

L’operazione, realizzata in collaborazione con la Soprintendenza ABAP di Milano e con il patrocinio dal Comune di Milano, è nata con l’intento di avvolgere l’Arco della Pace in un abbraccio di luce con un sottotesto molto potente: l’innovazione non è nemica della tradizione, bensì una complice appassionata e fedele.

Tramite un flusso di immagini generate da un sistema di intelligenza artificialeAI Dataportal_Arch of Light ha rivestito l’Arco della Pace di una seconda pelle in continua trasformazione che raccontava la storia del nostro Paese. Per questa occasione gli artisti hanno configurato un’AI capace di reinterpretare e dare nuova vita a oltre 20.000 opere d’arte – di oltre 320 artisti – che appartengono ai più svariati movimenti artistici, dall’arte bizantina all’arte contemporanea italiana. All’interno dell’opera sono stati inclusi i dati annuali della mappa del firmamento italiano raccolti dalla NASA e tutto il nostro patrimonio letterario digitalizzato, appartenente a un arco temporale di oltre 1700 anni.

L’installazione è stata visibile al pubblico dal vivo giovedì 30 dicembre e sabato 1° gennaio dalle 18.00 alle 00.00. Venerdì 31 dicembre  l’installazione è stata visibile solo in streaming sui canali YoutubeFacebook e Instagram di Reasoned Art, ottenendo visualizzazioni da più di 30 Paesi in tutto il mondo, dagli Stati Uniti a Singapore, dagli Emirati Arabi a Hong Kong, dal Regno Unito alla Corea del Sud.

L’opera AI Dataportal_Arch of Light verrà a breve certificata in NFT inserendosi in un progetto di valorizzazione del patrimonio culturale italiano che renderà l’Arco della Pace il primo monumento al mondo a entrare nel Metaverso. Il ricavato di tale attività sarà utilizzato per creare uno spazio educativo di riflessione, confronto e sperimentazione sui temi dell’arte digitale, della scienza e della tecnologia, in linea con progetti europei esistenti quali S+T+ARTS e New European Bauhaus. Il progetto è infatti pensato a beneficio di giovani artisti, curatori e appassionati d’arte a cui verranno destinate borse di studio che copriranno l’intero costo di un percorso formativo che coinvolgerà i migliori professionisti del settore e che sarà incentrato sulla preparazione degli studenti alle necessità lavorative all’interno del mondo dell’arte nel prossimo futuro.

“Siamo onorati e orgogliosi di poter collaborare con Ouchhh Studio per un progetto rivoluzionario che unisce il patrimonio artistico culturale italiano con un’opera d’arte digitale immersiva che consente di connettere tradizione e innovazione, fisico e digitale – afferma Giulio Bozzo, CEO & Founder di Reasoned Art –. I proventi dell’attività di valorizzazione degli NFT sosterranno la nascita di un polo di ricerca che unisce il mondo dell’arte, della scienza e della tecnologia promuovendo corsi di educazione e formazione per artisti, curatori e critici.”

AI Dataportal_Arch of Light è un’opera del collettivo Ouchhh realizzata da Reasoned Art in collaborazione con la Soprintendenza ABAP di Milano e con il patrocinio dal Comune di Milano.

 




Varese, posticipato a febbraio lo spettacolo di danza ‘Lo schiaccianoci’

VARESE, 3 gennaio 2022-La compagnia IL BALLETTO DI MILANO, a causa contagi covid di alcuni componenti la compagnia, annuncia lo spostamento di tutte le date giá programmate compresi l’appuntamento previsto il 7 gennaio al Teatro di Varese 
La nuova data dello spettacolo sarà domenica 13 febbraio alle ore 17.00.

I biglietti restano validi per la nuova data.

IL BALLETTO DI MILANO

LO SCHIACCIANOCI balletto fantastico in due atti

Musica di P.I. Tchaikovsky
ispirato alla storia di E. T. A. Hoffmann
Coreografia Federico Veratti
Scenografie Marco Pesta

DOMENICA 13 FEBBRAIO
ORE 17.00
TEATRO DI VARESE




Con il progetto ‘Minimalismo’ Foto Club Varese festeggia i 50 anni di attivitá

VARESE, 3 gennaio 2022-Quest’anno Foto Club Varese APS compie 50 anni di attività. Nato vent’anni fa al Caffè Zamberletti, come tanti movimenti d’opinione e culturali in genere, lo scopo che si prefiggeva l’allora Presidente/Fondatore Franco Pontiggia e gli altri componenti del primo FOTO CLUB VARESE, tra cui Vedani, Zighetti e Bonardo, era quello di divulgare l’amore per la fotografia soprattutto tra i giovani.

Per festeggiare i 50 anni di attività ll’associazione varesina presenta il primo dei 6 progetti social che verranno proposti durante l’anno, unitamente a tante altre iniziative che saranno programmate nei prossimo mesi.

Il primo porgetto si intitola “Minimalismo”.

Le fotografie bianco/nero o colore devono essere inviate a info@fotoclubvarese.it entro il 31 gennaio 2022. Non sono ammessi altri canali di trasmissione. Il concorso, gratuito, è aperto a tutti gli appassionati. Ogni partecipante può inviare solamente una fotografia B/N o colore nel formato e nella dimensione digitale che preferisce. Il partecipante se appartenente ad un’Associazione Fotografica deve indicarne anche il nome. Una giuria dedicata sceglierà i primi 15 scatti più meritevoli in b/n e i primi 15 scatti più meritevoli a colori. Gli scatti saranno pubblicati sui social nei profili del Foto Club Varese APS entro il 28 febbraio 2022 e potranno fare parte di eventuali mostre fotografiche.

Per informazioni e per approfondimenti sulle attività scrivere a info@fotoclubvarese.it




E’ morto Renzo Carnio, poliedrico artista varesino in grado di dare vita a poesia e immagini

VARESE, 1 gennaio 2022-Ha ‘scelto’ la notte di Capodanno per lasciare questo mondo, il poeta e filmmaker varesino Renzo Carnio, nato a Treviso 72 anni orsono, morto verso le 2 all’Ospedale di Circolo di Varese a seguito di complicanze cardiache.

Un artista poliedrico Carnio, che per la cultura varesina ha dato molto.

Noto anche come orgnizzatore di eventi, Carnio sapeva abilmente rilfettere il senso della poesia in immagini grazie alla sua grande abilitá alla telecamera grazie alla quale tutto era possibile.

Lavori che ci hanno permesso di conoscere varesini importanti raccontandoli alla sua efficace maniera, dando vita a ritratti che rimarranno nella storia culturale della cittá.

Ma non solo ovviamente. Carnio era un catalizzatore di energia positiva dandosi totalmente per l’arte letta nella sua complessa e intrigante poliedricitá.

Carnio lascia il figlio Matteo, la nuora Roberta e la nipotina Melissa per la quale l’artista friulano di nascita ma con Varese nel cuore, aveva una grande predilizione.

redazione@varese7press.it

 

 




Recensioni libri: ‘Le maestose rovine di Sferopoli’ di Michele Mari

VARESE, 28 dicembre 2021- In libreria il nuovo romanzo di Michele Mari intitolato ‘Le maestose rovine di Sferopoli’ (Einaudi editore)Ogni anno gli otto rabbini più saggi del mondo gareggiano nella creazione dei golem più potenti e innovativi.

Stavolta il rabbino Chöw – che non ha mai vinto la gara, odia in segreto i suoi colleghi ed è disposto a tutto pur di aggiudicarsi il primo premio – ha un’idea che gli pare geniale: far costruire il golem da un altro golem, “affidando l’argilla all’argilla” e ottenendo in questo modo una perfezione progettuale non umana. Così appena la gara ha inizio modella un piccolo golem, gli infila sotto la lingua un cartiglio con il nome segreto (che in questo caso suona più o meno come “creatore di golem”) e così lo anima.

Il piccolo essere si mette subito al lavoro, modella nell’argilla un enorme golem da combattimento, poi strangola il rabbino Chöw, lo smembra, estirpa il suo cervello e il suo cuore e li infila nell’enorme golem, poi si sfila il cartiglio dalla bocca e lo inserisce al mostro, donandogli la vita… L’ingegner Pietro Cippa si mette in contatto con l’amministratore del condominio in cui vive in affitto perché lo aiuti a contattare la sua padrona di casa, signora Drusilla Brusiani Dal Pozzo, che non gli risponde al telefono. Perché tanta urgenza? La Del Pozzo, quando Cippa ha preso in affitto l’appartamento, gli ha indicato una stanza (che lei chiama stranamente “la stanza della bambina”) che avrebbe dovuto obbligatoriamente rimanere chiusa a chiave e nella quale lui non sarebbe mai e poi mai dovuto entrare. Cippa ha rispettato le volontà della signora, ma con sua sorpresa ora le stanze dell’appartamento chiuse a chiave sono due e l’uomo non sa come spiegarsi e come gestire la inquietante novità…

Un maestro elementare ha assegnato ai suoi alunni della III C un compito davvero originale: prima ha dato loro il tema “Scrivi una storia paurosa”, poi ha fotocopiato e distribuito i temi consegnati chiedendo a tutti i bambini di indicare in una breve “recensione” sul quaderno quale secondo loro fosse la storia più spaventosa tra quelle scritte dai loro compagni di classe, e perché. Ora è il momento di leggere i quaderni e subito dopo le storie paurose… Il parroco di Novazza e quello di Valgoglio, piccoli paesi dell’alta Val Seriana, sono rivali da sempre. Alcuni sostengono che tutto derivi dal comune amore dei prelati per una giovane perpetua “di forte polpaccio e procace nel busto” ai cui servigi entrambi nel passato hanno fatto ricorso, altri da una prebenda vescovile a cui entrambi aspiravano e che non è stata assegnata alla fine a nessuno dei due, altri ancora a una competizione tra i due sulla qualità delle omelie. Il vero motivo di rivalità però è un altro: i funghi, dei quali i due sacerdoti sono “esperti conoscitori e instancabili cercatori”. Don Mario e Don Piero non si limitano a competere nella ricerca dei porcini più grandi e belli, ma cercano di boicottarsi l’un l’altro. Finché uno dei due non concepisce un piano veramente diabolico… (articolo tratto da mangialibri.com)




A Varese un Natale all’insegna della cultura: Biblioteca e musei aperti durante le feste

VARESE, 23 dicembre 2021-Nel periodo natalizio la Biblioteca Civica e la Biblioteca dei Ragazzi resteranno chiuse al pubblico nei giorni 24 e 31 dicembre, oltre le giornate festive di Natale, Santo Stefano e Capodanno. Negli altri giorni gli orari del Servizio prestito della Biblioteca Civica sono come sempre da martedì a sabato dalle 9.30 alle 12.45 e dalle 14.00 alle 17.45, mentre la Sala studio è aperta il lunedì dalle 8.30 alle 13.30, da martedì a sabato dalle 9.30 alle 12.45 e dalle 14.00 alle 17.45. La Biblioteca dei Ragazzi Gianni Rodari è aperta da martedì a sabato dalle 9.30 alle 12.45, dalle 14.00 alle 17.45.
ANAGRAFE
Gli sportelli di Anagrafe e Stato civile saranno chiusi a Natale, Capodanno e Santo Stefano mentre nei giorni 24 e 31 chiuderanno alle ore 12.15 e non alle 13.15. Si ricorda che lo sportello iscrizione e cambi di via è chiuso il mercoledì, per gli altri giorni gli orari sono il lunedì dalle 13.15 alle 18.15, dal martedì al venerdì dalle 8.15 alle 13.15, sabato dalle 8.15 alle 12.15. Solo per i servizi relativi alle carte d’identità e le iscrizioni anagrafiche resta necessaria la prenotazione, mentre per tutti gli altri uffici sarà possibile presentarsi direttamente.
MUSEI E MOSTRE
I Musei Civici del Castello di Masnago e di Villa Mirabello, come sempre durante tutto il periodo delle feste natalizie, sono aperti secondo il consueto orario – dal martedì alla domenica dalle 9.30 alle 12.30 e dalle 14.00 alle 18.00 – compresi i giorni di Santo Stefano e dell’Epifania.
Quindi non solo nel primo weekend dell’anno ma anche per tutta la settimana di inizio gennaio (ad eccezione del lunedì) ci sarà la possibilità di trascorrere il proprio tempo libero all’insegna della cultura. I musei infatti rimarranno chiusi solo il pomeriggio del 24 dicembre, il 25 dicembre, il pomeriggio del 31 dicembre e il 1 gennaio 2022. L’ingresso intero di 5 euro comprende la visita sia del Castello di Masnago che di Villa Mirabello (gratuito per tutti i minori di 18 anni) ed è consentito solo con il possesso del green pass.
Al Castello di Masnago è visitabile la mostra “Giappone: disegno e design. Dai libri illustrati Meiji ai manifesti d’arte contemporanea mentre a Villa Mirabello, la mostra “Terre d’acqua. La civiltà delle palafitte. L’Isolino Virginia e i laghi varesini tra 5600 e 900 A.C.”  Il Museo Castiglioni, dove oltre ad un affascinante viaggio tra archeologia ed etnologia è in corso fino al 6 gennaio 2022 la mostra “Contaminazioni. Un’artista per un Museo”: l’arte africana, attraverso i quadri dell’artista torinese Marina Tabacco. Tutte le informazioni sono consultabili su www.museivarese.it.