Al Cittá di Varese, ancora sconfitto al Franco Ossola, non basta Gazo: questa volta i tre punti sono dell’Arconatese

0
562
Un momento della partita (foto di Varesesport.com)

VARESE, 6 gennaio 2021-Al “Franco Ossola” è l’Arconatese ad uscire con i tre punti dalla prima sfida del 2021. La squadra guidata da Giovanni Livieri si è imposta 2-1 grazie al calcio di rigore di Santonocito e la rete di Menegazzo, mentre il Città di Varese – che esce anche questa volta con una grande dose di rimpianti (non solo per la traversa di Mapelli) – è stato Salvatore Lillo a trovare il gol del momentaneo 1-1, nonché il primo gol stagionale del Città di Varese in casa.
Città di Varese, disposto da Ezio Rossi con il 4-3-3, che vede il debutto dal primo minuto per l’ultimo arrivo Francesco Gazo nel reparto mediano completato da Scampini e Romeo; in difesa, assente Viscomi, tocca al 2001 Gianluca Parpinel raccoglierne l’eredità al fianco di Francesco Mapelli, per la prima volta schierato con la fascia da capitano. Sugli esterni, conferma per Nicastri a sinistra dopo la buona prova di Lavagna, mentre a destra – dove c’è stato il forfait di Negri – c’è Tommaso Polo, alla terza dal primo minuto dopo Sestri Levante e Caronnese. In avanti, dove si registra l’assenza di Balla, c’è Lillo nel ruolo di prima punta supportato ai lati da Capelli e Minaj.
A livello di occasioni, nel primo tempo, il Città di Varese ne ha due davvero importanti: Lillo, al 14′, dopo un’intuizione di Capelli, non è lucido fino in fondo; al 32′, invece, Romeo è perfetto nel movimento che lo porta ad essere solo davanti a Botti ma è tradito dal controllo e calcia blando tra le braccia del portiere ospite. Al tramonto del primo tempo Minaj fa tutto bene tranne l’ultimo miglio visto che si fa disinnescare da Botti il suo diagonale da distanza ravvicinata.
L’Arconatese quando riesce a recuperare palla ha le potenzialità per fare male con Marra, Gobbi e il trequartista Pavesi. Tre le opportunità ospiti del primo tempo, inaugurate dalla conclusione di Gobbi (4′), proseguite dal fendente di Marra da fuori area (36′) e dal tiro di Gobbi che Lassi non è riuscito a trattenere ma è stato decisivo Mapelli a mettere in angolo per evitare guai.
Nella ripresa è il Città di Varese a partire con maggiore decisione e dopo cinque minuti, dopo un contrasto vinto da Nicastri, Lillo ha una buona opportunità dal fondo ma la vanifica. All’ottavo arriva l’episodio che consente all’Arconatese di passare in vantaggio: l’arbitro Nigro punisce con una punizione in favore ospite un contatto sulla trequarti sul quale il fallo era in favore di Romeo.
l’Arconatese è lesta a battere velocemente e in area Scampini commette un fallo su Marra che viene sanzionato con il calcio di rigore che l’ex Caronnese realizza spiazzando Lassi. Il vantaggio della squadra di Livieri dura meno di quattro minuti, con Salvatore Lillo che questa volta non sbaglia nel cuore dell’area al termine dell’azione veloce avviata da Polo e proseguita da Gazo.
Dopo il il pareggio l’inerzia sembra essere in favore dei biancorossi che, però, non sono mai
fortunati nell’ultimo passaggio. L’Arconatese torna nuovamente in vantaggio al 28′ con Menegazzo dopo un’azione in cui il Città di Varese si è fatto sorprendere sugli sviluppi di una rimessa laterale e
Mapelli è stato sfortunato nel tentativo di allontanare la palla. Due minuti più tardi è Lassi, in due circostanze ravvicinate, a risultare decisivo per i padroni di casa: prima sul colpo di testa di Menegazzo, poi sul calcio d’angolo di Santonocito.
Per il Città di Varese c’è anche il fattore sfortuna che, così come in altre uscite, sembra mettersi in mezzo: al 35′, infatti, sugli sviluppi di un calcio d’angolo, Mapelli è imperioso nello stacco come suo solito ma la palla colpisce in pieno la traversa. Al 40′ l’Arconatese resta in dieci uomini per l’espulsione di Gatelli (la chiamata è arrivata dal secondo assistente Ameglio) e pochi istanti dopo il Città di Varese ha l’opportunità del pareggio ma Fall, dopo il servizio dal fondo di Capelli, conclude nel modo peggiore.

SALA STAMPA
Dopo la gara l’allenatore Ezio Rossi ha commentato: «Dispiace perdere in questo modo. Ai ragazzi non si può rimproverare nulla, tutti hanno dato tutto, anche chi è entrato dalla panchina: la partita l’abbiamo fatta noi e abbiamo avuto le occasioni per passare in vantaggio. Purtroppo, poi, da una punizione invertita siamo stati ingenui a non metterci davanti al pallone ed è nata l’azione del rigore. Dopo averla pareggiata pensavo che l’avremmo vinta e invece è andata come tutti abbiamo visto».
Sei occasioni nitide per il Città di Varese e solo un gol, con Lillo: «Ci manca freddezza sotto porta. I ragazzi lavorano in maniera seria e assorbire una sconfitta simile non è facile. Dobbiamo sfatare questo Stadio».
Giudizio sui alcuni singoli: «Gazo lo conoscevo e ci ha dato una grossa mano in mezzo al campo. Minaj è il giovane che ha più talento del gruppo e non deve fasciarsi la testa per qualche errore: ha un futuro importante davanti, si sbatte tantissimo e non va criticato per gli errori».

TABELLINI
CITTÀ DI VARESE-ARCONATESE: 1-2
RETI: 9′ st rig. Santonocito (A), 13′ Lillo (V), 27′ st Menegazzo (A)
CITTÀ DI VARESE (4-3-3): Lassi; Polo (36′ st Otelè), Mapelli, Parpinel, Nicastri (29′ st Petito);
Scampini (36′ st Guitto), Gazo, Romeo (29′ st Beak); Capelli, Lillo, Minaj (34′ st Fall). A disp.
Cotardo, Viscomi, Snidarcig, Ritondale. All. Rossi.
ARCONATESE (3-4-1-2): Botti; Spinelli, Bianchi, Tumino; Menegazzo, Serafini, Gatelli, Foglio; Pavesi (1′ st Santonocito); Gobbi, Marra (49′ st Coluccio). A disp. Castiglioni, D’Aversa, Principi,
Bertoli, Pastore, Coulibaly, Albini. All. Livieri.
ARBITRO: Nigro di Prato.
ASSISTENTI: Di Meo di Nichelino e Ameglio di Torino.
ESPULSO: 40′ st Gatelli (A)
AMMONITI: Menegazzo, Spinelli (A), Scampini (V).

image_pdfimage_printStampa articolo

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui