Il Lugano domenica torna al Cornaredo sfidando il neo promosso Yverdon

0
761
Il mister Mattia Croci Torti durante conferenza stampa

LUGANO, 11 agosto 2023- A due settimane dal tutto esaurito contro il San Gallo, i bianconeri del Lugano tornano a Cornaredo per affrontare, domenica alle 16.30,  il neopromosso Yverdon, autore di un avvio di campionato sorprendente. I vodesi sono reduci dalla vittoria nel derby con il Losanna e dal pareggio con i campioni svizzeri dell’YB.

TORNA GRGIC

In vista del match di domenica la squadra si è allenata tutte le mattine e sabato effettuerà alle 10 la seduta di rifinitura. Dei giocatori che non avevano potuto affrontare la trasferta di Zurigo la scorsa settimana, tornano a disposizione il centrocampista Anto Grgic e il difensore centrale Lukas Mai. Marcheranno ancora visita, per contro, Aliseda, Mahou, Osigwe e Durrer.

CAPITO GLI ERRORI

La settimanale conferenza stampa si è svolta  nel primo pomeriggio di venerdì. La prima domanda ha ripreso gli errori individuali clamorosi commessi al Lezigrund. Che sensazione ha avuto il mister negli allenamenti di questa settimana?
“Ho avuto la sensazione di una squadra che ha capito gli errori commessi e che aveva voglia di lavorare. L’ha fatto molto bene da martedì ad oggi e dunque sono soddisfatto di come i ragazzi hanno reagito a degli  errori grossolani che solitamente non commettiamo”.

ALLENAMENTI AL TOP

-Sei stato più cattivo del solito?

“Non ho dovuto esserlo perché la  squadra sin dal primo allenamento ha avuto un atteggiamento top e per tutta la settimana ha svolto gli allenamenti a un’intensità molto alta rispetto al solito. Non ha fatto piacere a nessuno perdere come abbiamo fatto a Zurigo. Alla fine sapete benissimo che sono un tipo che non dà mai colpa a nessuno,  anzi tutto possono commettere errori ma la cosa che non mi aveva fatto piacere è come avevamo reagito alla sbaglio all’origine del primo gol. Solitamente reagiamo in maniera differente, la mia frustrazione era dovuta al fatto che si trattava di una delle prime volte che dopo un errore non reagiamo come dobbiamo. Invece di continuare a lottare abbiamo mollato ed è la cosa che non mi è piaciuta e sulla quale volevo insistere questa settimana, invece non c’è ne stato bisogno”.

VOGLIA DI RIPRENDERE

-Secondo te riuscirete a mantenere questo ritmi alto, intensità e concentrazione negli allenamenti?
“Ci alleniamo sempre bene, ho solo detto che dopo gli errori di Zurigo ci siamo presentati consapevoli di quello che avevamo fatto sabato, non c’è stato nessun rilassamento e c’era voglia di allenarsi da subito e questo mi ha fatto piacere”.

MISCHIARE LE  CARTE

-Si sono visto alcune cose interessanti durante l’allenamento, stai pensando magari di testare in partita qualcuno dei nuovi arrivati, per mettere un pochino di pressione su quelli che sono sicuri di avere il posto fisso?

“Nelle prime partite di questa stagione mi sono affidato al blocco dello scorso anno anche perché come nuovo, di giocatore d’esperienza, è arrivato solo Grgic.  Gli altri sono elementi giovani che avevano bisogno di un po’ d’ambientamento. Questo periodo si conclude perché tra dieci giorni cominceremo a giocare due volte alla settimana e ci sarà bisogno di tutti. Oggi, a due giorni dal match con l’Yverdon, avevo ancora qualche dubbio sulla formazione di domenica e ho preferito mischiare ancora le carte in tavola. Non sono qui adesso a pensare di stravolgere la squadra perché abbiamo perso una partita. Non è questo il mio compito, ma semmai quello di cercare di integrare tutti e far capire cosa dobbiamo fare perché comunque domenica ci aspetta una partita non semplice contromano avversario che verrà a Cornaredo a chiudere bene tutti gli spazi. Sono stato assistente di Schällibaum, lo conosco bene e so quello che riesce a trasmettere alla squadra. Sarà l’Yverdon che avete visto tutti, una squadra che nelle ultime due partite ha pareggiato contro l’YB e battuto il Losanna nei minuti di recupero.” ( rsi.ch)

In occasione della partita i bus circoleranno secondo i tragitti normali, nonostante la presenza del cantiere della Arena Sportiva. Una ragione in più per utilizzare i mezzi pubblici per recarsi allo stadio e per poi fare ritorno a casa al termine della partita.

Ricordiamo infatti a tifosi e appassionati che a partire dalla stagione in corso ogni abbonamento e ogni singolo biglietto di ingresso allo stadio valgono come titolo di trasporto gratuito su tutti i mezzi pubblici della comunità tariffale Arcobaleno. Dal momento che il viaggio o lo spostamento con i mezzi pubblici verso lo stadio e il ritorno verso casa sono gratuiti, il club rinnova l’invito a tutti ad approfittare di questo servizio supplementare a beneficio di chi frequenta lo stadio, volto a favorire le famiglie e a lanciare un segnale in direzione della sostenibilità.

In caso di eventuali future chiusure di strade, l’FC Lugano non mancherà di segnalare ai tifosi le deviazioni di percorso di ogni trasporto pubblico attraverso i propri canali ufficiali.

bus circoleranno secondo i tragitti normali, nonostante la presenza del cantiere della Arena Sportiva. Una ragione in più per utilizzare i mezzi pubblici per recarsi allo stadio e per poi fare ritorno a casa al termine della partita.

POTENZIATI I SERVIZI DI RISTORAZIONE

Dopo l’esordio stagionale contro il San Gallo, il club ha potenziato i servizi di ristorazione dello stadio, aggiungendo 6 casse ulteriori, più personale e migliorando l’efficienza all’interno dei singoli punti di ristoro.

In particolare sul piazzale della tribuna principale (Tendina blu) e nella tribuna nord (Casetta di legno) saranno presenti due postazioni dedicate solo al ritorno dei bicchieri rilavabili.(fonte sito Lugano Calcio)