Blitz a Bellinzona del gruppo neo nazista Junge Tat: striscione su di una torre del Castello

0
967
Junge Tat, gruppo neonazista svizzero (foto da belltower.news)

BELLINZONA (Canton Ticino), 1 ottobre 2023- di GIANNI BERALDO

L’estrema destra radicale in Canton Ticino rappresentata dal noto gruppo Junge Tat, torna prepotentemente alla ribalta sfoderando il meglio della retorica razziale prendendo di mira gli immigrati.

Questa volta per farlo sabato scorso (come riporta il sito rsi.ch) ha scelto di sfoderare un grande striscione srotolandolo su una delle torri di Castelgrande a Bellinzona, sul quale vi era riportata la scritta ‘Go Home’ rivolta ovviamente al rimpatrio immediato dei migranti.

Azione riportata pure a video sulla piattaforma Telegram utilizzata da tutti i gruppi di estrema destra europei.

Immediato l’intervento della polizia che ha bloccato il blitz, mentre i componenti del gruppo si sono dati alla fuga.

Da ricordare che per tutti i membri di Junge Tat sono in corso procedimenti vari penali in virtú di diverse azioni simili dal taglio razzista e omofobo, messe in atto in tutte le cittá svizzere.

redazione@varese7press.it