1

Bergamo Brescia Capitale della Cultura 2023: dalla Regione stanziati 12ml di euro

MILANO, 18 gennaio 2023-Regione Lombardia ha stanziato per ‘Bergamo Brescia Capitale della Cultura 2023’ quasi 12 milioni di euro. È il dato che emerge dalla presentazione delle opere finanziate con fondi regionali, effettuata oggi a Brescia, in vista della visita del presidente della Repubblica Sergio Mattarella per l’avvio formale di questo evento.

All’appuntamento, coordinato dall’assessore regionale all’Autonomia e Cultura, erano presenti anche gli assessori regionali al Bilancio e Finanze e quello all’Agricoltura.”Fin dall’inizio – ha ricordato l’assessore all’Autonomia e Cultura – abbiamo sposato e creduto in un progetto che darà lustro a questi territori e, più in generale, all’intera Lombardia esaltandone il vastissimo e consistente patrimonio culturale, che si configura davvero come un grande attrattore da valorizzare”.

In particolare, in provincia di Brescia, sono stati finanziati i lavori di valorizzazione e rinnovo del Musa al Comune di Salò (100.000 euro), il completamento dei lavori per il Museo degli Alpini del battaglione ‘Edolo’ al Comune di Edolo (20.000), le opere di ammodernamento della biblioteca e dell’archivio storico comunale di Alfianello (40.000). A questi si aggiungono le opere di riqualificazione e interventi del Castello Bonoris nel Comune di Montichiari (170.000), la realizzazione del progetto di riqualificazione della terza linea di difesa della grande guerra nel Comune di Sonico (300.000), la manutenzione straordinaria cittadella militare di Orzinuovi (100.000), opere di completamento del museo degli alpini a Darfo Boario Terme (80.000), l’impianto di risalita al castello di Brescia (4.000.000) e la realizzazione del nuovo Museo degli stampatori da Sabbio nel Comune di Sabbio Chiese (150.000). Per un totale di 4.960.000 milioni di euro.

In provincia di Bergamo la riqualificazione e messa in sicurezza del patrimonio storico del Comune di Martinengo (400.000 euro), la manutenzione straordinaria della biblioteca di Ciserano (35.000), la manutenzione straordinaria dell’Anfiteatro di Parco Rocca al Comune di Cologno al Serio (35.000), la manutenzione straordinaria del Museo Arte Tempo al Comune di Clusone (200.000). Ed ancora un intervento di recupero funzionale e messa in sicurezza dell’immobile ‘ex carceri’ al Comune di Lovere (1.885.000) e la manutenzione straordinaria per il rifacimento del manto di copertura dei padiglioni Centrale – Nord/Est e Nord del Monastero di SS. Trinità al Comune di Serina (100.000) per un totale di 2.655.000 euro.

A questi si aggiungono 3.185.000 euro sul territorio di Brescia per progetti di riqualificazione di istituti e luoghi della cultura tramite bando e 1.000.000 sul territorio di Bergamo con la stessa finalità. Per un totale di 11.800.000 euro.

mac




Ucraina: precipita elicottero vicino ad un asilo. Tra le vittime il ministro degli Interni ucraino, Denys Monastyrskyi,

KIEV, 18 gennaio 2023-Un elicottero è precipitato oggi vicino ad un asilo e a edifici residenziali nella città di Brovary, nella regione di Kiev: e l’incidente ha provocato 18 morti, inclusi tre bambini.

Fra le vittime il ministro degli Interni ucraino, Denys Monastyrskyi, il suo vice Yevhen Yenin e il segretario di Stato del Ministero degli affari interni, Yuriy Lubkovich..Secondo i media locali 9 dei morti si trovavano a bordo dell’aeromobile, che appartiene ai Servizi di emergenza statali ucraini.  Secondo il capo dell’amministrazione militare regionale, Oleksiy Kuleba, i feriti sono 29.

Il capo della polizia nazionale, Ihor Klymenko, ha aggiunto che a causa dell’incidente “22 persone sono ricoverate in ospedale, di cui 10 bambini. Tutti i servizi competenti e specializzati stanno lavorando sul posto. Il luogo dell’incidente è al vaglio”.
Il governatore della regione, Oleksiy Kuleba, ha informato su Telegram che “nella città di Brovary, un elicottero è caduto vicino a un asilo e a un edificio residenziale. Al momento della tragedia, nell’asilo c’erano bambini e dipendenti dell’istituto. Tutti sono stati evacuati. Ambulanze, polizia e vigili del fuoco stanno lavorando sul luogo dell’incidente”, ha scritto Kuleba. Secondo le prime informazioni, nell’asilo è scoppiato un incendio. (ANSA)

 



Hilton torna ad assumere con il Recruiting Day online: 250 posizioni libere per 40 tipologie di profili

VARESE, 11 gennaio 2023-Una delle catene alberghiere più importanti del mondo, Hilton, ritorna ad assumere grazie ad un nuovo Recruiting Day online, organizzato da LavoroTurismo.

L’8 febbraio 2023 si terranno i video-colloqui, durante i quali i candidati precedentemente selezionati avranno la possibilità di unirsi ad una delle 10 strutture della rinomata catena internazionale.

L’obiettivo è inserire oltre 250 persone. Circa 40 i profili aperti, nei reparti cucinaristorantefood & beveragefront officepiani e pulizie e bar.

Si selezionano sia profili junior che professionisti qualificati, per opportunità di lavoro sia a tempo determinato, sia indeterminato. Le offerte a tempo determinato sono spesso trasformate al rinnovo con contratti indeterminati. Molte anche le opportunità di stage, un canale agevole per entrare in Hilton anche con pochissima esperienza.

Le 10 strutture che prenderanno parte all’evento sono localizzate in diverse città d’Italia, tra cui RomaMilanoComoVeneziaPorto Rotondo e Sorrento.

Tutte le informazioni sulle posizioni disponibili e su come inviare la propria candidatura si possono trovare nella pagina dedicata all’evento.

Si può partecipare alla selezione anche online

Una volta inviata la candidatura attraverso il portale, lo staff di LavoroTurismo esaminerà il CV e, se ritenuto idoneo, organizzerà un breve colloquio telefonico.

A quel punto, il candidato potrà prenotare il colloquio finale con i recruiter di Hilton, che si terrà l’8 febbraio. Il processo di selezione sarà gestito interamente online, in modo da permettere a chiunque sia interessato di partecipare senza dover organizzare trasferte.

Lavorare in Hilton significa entrare in una realtà che, negli ultimi dieci anni, ha dimostrato di essere un Great Place to Work, classificandosi costantemente tra i primi dieci ambiti lavorativi in Italia, in Europa e nel mondo.

Hilton è una delle compagnie conosciute per la grande attenzione alla formazione del personale e ai percorsi di carriera dei collaboratori.

È un’azienda in cui l’attenzione al cliente è di capitale importanza, in cui i team member lavorano insieme comunicandoinnovando e, soprattutto, condividendo la passione per l’ospitalità.

Un ambiente di lavoro ideale che restituisce tanto ai propri collaboratori in termini di benefit.

Per partecipare, basta inviare la propria candidatura attraverso il form della pagina dedicata all’evento.

Ufficio Stampa Lavoroturismo.it




La rivincita dei luoghi abbandonati

VARESE, 10 gennaio 2023-Il paesaggio si rende protagonista di grandi storie ed è dalla storia che si può attingere per riscoprire la bellezza e l’identità di luoghi che, dopo essere stati abbandonati, sono diventati il simbolo di un riscatto, di una rinascita ambientale, economica, sociale e turistica. Spazi rurali in preda allo spopolamento, castelli a rischio crollo, terreni industrializzati sottratti dalle mafie alla natura, paesi distrutti dal terremoto, tornano a vivere grazie a lungimiranti azioni di riqualificazione e di rigenerazione, divenendo luoghi di speciale accoglienza turistica, ma anche posti in cui abitare.

Il paese del Molise laboratorio di rinascita delle aree interne

Castel del Giudice (IS), in Molise, lo spopolamento tipico delle zone interne dell’Appennino stava compromettendo il futuro del territorio. Finché il Comune, con il sindaco Lino Gentile, chiamando a raccolta abitanti, imprenditori, istituzioni, persone legate al paese, ha dato il via ad una strategia di sviluppo sostenibile partecipata, che ha riacceso la speranza, trasformando la marginalità in un laboratorio di rinascita delle aree interne. Dapprima la scuola in disuso divenuta RSA, poi il recupero di terreni abbandonati per dar vita ai meleti biologici Melise, dove oggi nel Giardino delle Mele

Castel Del Giudice (foto Emanuele Scocchera)

Antiche si coltivano frutti dimenticati, poi la rigenerazione urbana di parte del paese, ristrutturando stalle e fienili per dare origine all’albergo diffuso Borgotufi, totalmente integrato nel paesaggio (oggi un bellissimo borgo nel borgo con 2 ristoranti, un centro benessere e 32 case indipendenti con tutti i servizi di un hotel di livello) e tanti altri progetti, soprattutto legati all’agricoltura sostenibile, che hanno restituito significato a Castel del Giudice. Borgotufi è fulcro di turismo esperienziale: da qui si parte per fare tour nei meleti con degustazioni nel birrificio agricolo, passeggiate poetico-rurali con il poeta contadino del paese tra asini e capre, escursioni tra boschi e montagne, attività di apicoltura, rafting e vacanze slow. Tel. 0865946820, www.borgotufi.it

In Umbria, il borgo medievale salvato dal terremoto

È un viaggio nella storia quello che si vive a Borgo Campello, relais di Campello Alto (frazione di Campello sul Clitunno PG), da un passo da Spoleto e da Assisi. Il terremoto del 1997 ha distrutto parte del paese, che Vincenzo e Daniela Naschi, lasciandosi alle spalle la loro precedente vita, hanno recuperato per creare una struttura ricettiva che rispetta e valorizza l’identità del luogo. Il relais si trova dove oggi risorge l’imponente Castello che domina tutta la valle di Spoleto e che ha dato il nome all’intero abitato, essendo nella zona più antica: conserva intatta la sua struttura medievale, grazie a vari interventi di restauro, mostrandosi come tra i più caratteristici dell’Umbria. C’è, inoltre, il Convento dei Santi Giovanni e Pietro, ristrutturato dal 2011, con opere pittoriche importanti legate al periodo medievale e rinascimentale. Il Relais Borgo Campello è stato ricavato da palazzi trecenteschi, case torri e fortificazioni di pietra. Gli ospiti dimorano dove un tempo vivevano i nobili del Castello o nelle celle dei monaci del Convento. Per rilassarsi c’è una Private Spa ricavata tra antiche mura. Intorno, distese di uliveti candidati a diventare Patrimonio UNESCO con tutta la fascia che va da Assisi a Spoleto. Ma anche boschi ricchi di tartufi pregiati, da scoprire a seguito di esperti tartufai, per poi assaporare i piatti del ristorante Sapori nel Borgo. Tel. +39.328.5986170, www.borgocampello.com

Da cave di sabbia abusive alla prima Oasi Naturale della Campania

Il riscatto di un intero territorio si legge nella meraviglia che provano coloro che giungono a Laghi Nabi, prima Oasi Naturale della Campania, sul Litorale Domizio (CE). Qui, a

Laghi Nabi

Castel Volturno, c’erano 150 ettari di cave di sabbia abusive che avevano devastato la zona ed erano alla base di nuovi fenomeni di erosione e di degrado di larghe fasce di costiera. Bonificando e liberando l’area dai rifiuti, ripiantando alberi e con un enorme lavoro di riqualificazione ambientale, è sorto un luogo protetto dove la natura regna sovrana, gli uccelli acquatici si lasciano scrutare, e gli abitanti e i turisti giungono per vivere esperienze a contatto con l’acqua (tantissime le attività che si possono fare, dalla canoa al kitesurf, ma anche bici, escursioni, birdwatching, yoga) e con il prezioso ambiente circostante. I laghi sono lo scenario di un complesso turistico ecosostenibile, con le tende e lodge galleggianti del glamping (che unisce la libertà del campeggio ai servizi di un hotel di lusso), fatte di architetture removibili e in una completa immersione nel paesaggio, la struttura ricettiva alberghiera nel verde, la Nabi Water SPA con piscina termale a sfioro sul lago a 35°, il Nabi Restaurant con i suoi prelibati piatti mediterranei. Orgoglio per Gino Pellegrino, uno dei proprietari di Laghi Nabi, che hanno voluto con coraggio e passione restituire alla natura e dare nuova vita agli spazi del Litorale Domizio un tempo abbandonati e maltrattati dal malaffare. Tel. 0823764044, www.laghinabi.it

Il Museo del Mare Antico dell’Emilia sui terreni confiscati alla mafia

Prendersi cura del territorio è stata la chiave per la rinascita del Podere Millepioppi, a Salsomaggiore Terme (PR), nel cuore di Visit Emilia. Questa vasta area agricola è stata confiscata alla mafia all’interno del Parco dello Stirone e del Piacenziano e da anni ospita campi di lavoro e di volontariato dell’associazione Libera, un centro di recupero per animali selvatici e di recente il MuMAB – Museo del Mare Antico e della Biodiversità con una sezione geopaleontologica allestita nell’edificio principale del podere e una sezione naturalistica ospitata nell’ex-stalla della casa colonica.  Visitando questo speciale museo, a poca distanza dalla splendida città termale, si scoprono i processi evolutivi che raccontano della Pianura Padana e dell’antico mare che qui sommergeva tutto. Ci sono fossili e reperti che contano oltre 7 milioni di anni, canyon scavati dal torrente Stirone, coralli, conchiglie, denti di squalo, resti di balenottere. Questo territorio, da bene confiscato all’illegalità è luogo di storia e di turismo, al centro dei numerosi itinerari di Visit Emilia, la terra dello slow mix, per vivere esperienze autentiche tra natura, cultura ed enogastronomia. www.visitemilia.com

Il Castello della Bassa Bresciana rinato con un restauro collettivo

Dal 1965, quando è morto il Conte Salvadego, ultimo proprietario del Castello di Padernello, il maniero della Bassa Bresciana ha intrapreso il suo declino. Nel 2002, il crollo di parte delle cucine, fu il campanello d’allarme che richiamò la determinazione di un gruppo di abitanti e del sindaco di Borgo San Giacomo Giuseppe Lama di recuperare il castello e restituirlo alla comunità. Con Domenico Pedroni in prima linea – presidente della Fondazione Castello di Padernello -, e la collaborazione di enti pubblici, associazioni, cittadini e fondazioni, una grande opera di crowdfunding ha vinto la sfida di restaurare il maniero e renderlo fulcro di sviluppo culturale, turistico ed economico. Oggi il Castello di Padernello è luogo di visite guidate nell’arte e nella storia,

Museo del Mare Antico

di eventi incentrati sullo sviluppo sostenibile, di mostre ed esposizioni, ma anche di nuovi progetti: si sta riqualificando anche il borgo adiacente il maniero, creando scuole- botteghe artigiane di alta formazione in quella che è stata inaugurata come Cascina Bassa, e un albergo diffuso che aprirà nel 2023. Si può ancora contribuire al restauro della vita del Castello e riscrivere la storia di un borgo recuperato e rifunzionalizzato: con la quota di 100 euro, si partecipa all’acquisto condiviso di Cascina Bassa e si vive una vacanza per 2 persone. Tel. 030 9408766, www.castellodipadernello.it




Caos Brasile, arrestate 400 persone dopo l’assaltato al Parlamento

BRASILIA, 9 gennaio 2023-Proseguono anche oggi, in Brasile, i blocchi stradali promossi dai sostenitori dell’ex presidente, Jair Bolsonaro, dopo l’assalto di ieri ai palazzi del potere di Brasilia: oltre allo Stato amazzonico di Mato Grosso – il più colpito, la notte scorsa, dalle proteste – si registrano blocchi anche su strade e autostrade di San Paolo, lo Stato più importante del Paese.

Qui un gruppo di attivisti ha bloccato la Marginal Tieté, uno dei viali principali della megalopoli di San Paolo, dove hanno dato alle fiamme rifiuti e pneumatici, provocando un ingorgo di diversi isolati, ha riferito Rede Globo.

Secondo la Polizia stradale federale, inoltre, ci sono blocchi stradali, totali o parziali, anche in altre regioni, in particolare nello Stato meridionale di Santa Catarina. Manifestazioni si starebbero svolgendo inoltre davanti ad alcune raffinerie di Petrobras.

Oltre 400 le persone che sono già state arrestate nel bilancio all’indomani dell’assalto compiuto dai sostenitori dell’ex presidente brasiliano Jair Bolsonaro ai palazzi del potere di Brasilia, mentre si continua a lavorare per identificare quanti hanno partecipato all’attacco. Ieri migliaia di ultrà dell’ex presidente del Brasile avevano dato l’assalto ai palazzi delle massime istituzioni dello stato a Brasilia in un’irruzione che aveva ricordato quella di due anni fa al Capitol Hill di Washington da parte dei fan di Donald Trump. Un attacco “vandalo e fascista” contro le istituzioni democratiche, aveva detto il presidente del Brasile, Luiz Inacio Lula da Silva, visibilmente alterato, assicurando che i “terroristi” saranno “puniti in modo esemplare”.  Almeno 46 le persone ferite, di cui sei gravi e due che sono stati sottoposti a intervenuti d’urgenza, in seguito ai disordini seguiti all’assalto.

La società madre di Facebook, Meta, ha definito le rivolte in Brasile un “evento di violazione”, aggiungendo che avrebbe “rimosso il contenuto che sostiene o elogia” i manifestanti che hanno preso d’assalto gli edifici governativi.

Lo riporta la Cnn in lingua spagnola.

   “Prima delle elezioni, abbiamo designato il Brasile come luogo temporaneo ad alto rischio e abbiamo rimosso i contenuti che invitano le persone a prendere le armi o a invadere con la forza il Congresso, il palazzo presidenziale e altri edifici federali”, ha detto il presidente Andy Stone. “Stiamo anche designando questo come un evento di violazione, il che significa che rimuoveremo i contenuti che sostengono o elogiano queste azioni. Stiamo monitorando attivamente la situazione e continueremo a rimuovere i contenuti che violano le nostre politiche”.(fonte ANSA)




Africa Mission Cooperazione e Sviluppo: 10 posti in Italia e Uganda per Servizio Civile

VARESE, 9 gennaio 2023-Sono dieci i posti per il servizio civile universale in Uganda e in Italia messi a disposizione da Africa Mission Cooperazione e Sviluppo con la collaborazione di Focsiv. A renderlo noto è il Movimento che per mercoledì 11 gennaio e per martedì 24, sempre alle 17, ha organizzato un primo incontro informativo aperto a tutti: per ricevere il link per partecipare occorre scrivere un’e-mail a betta.areauganda@coopsviluppo.org  indicando la data preferita.

Nello specifico, in Italia i posti a disposizione sono quattro nella sede di Piacenza nei settori “Comunicazione e formazione”, in attività relative alla progettazione e realizzazione di percorsi formativi sulla solidarietà internazionale per le scuole e per i giovani e supporto alla promozione e realizzazione di eventi, lavoro redazionale e ufficio stampa, con un occhio ai social e al sito internet. Il progetto è stato presentato dalla Caritas di Piacenza-Bobbio.

In Uganda i posti messi a bando sono sei: nella sede di Alito due volontari saranno impegnati in attività legate alla formazione agro-zootecnica per giovani inoccupati presso la nostra fattoria didattica, mentre nella sede di Moroto quattro volontari saranno destinati ad attività legate alla sensibilizzazione comunitaria sui temi di igiene e sanità e, nell’ambito socio-educativo, ad attività per i minori più vulnerabili, per bambini e ragazzi che frequentano il centro giovani Don Vittorio e a supporto della formazione professionale e inserimento lavorativo.

Il bando del servizio civile universale è rivolto a giovani tra i 18 e i 29 anni non compiuti che desiderino fare una scelta di valore, dedicando un anno di impegno nella solidarietà internazionale: le candidature devono essere inviate entro il 7 febbraio alle 14 e le domande devono essere presentate attraverso la piattaforma Domanda On Line (DOL) all’indirizzo https://domandaonline.serviziocivile.it.

Per ulteriori informazioni è possibile consultare il sito di Africa Mission alla pagina dedicata: https://www.africamission.org/come-sostenerci/servizio-civile.html

 

 




Putin ordina il cessate il fuoco per il Natale Ortodosso

VARESE, 5 gennaio 2023- Il presidente russo Vladimir Putin ha incaricato il ministro della Difesa Serghei Shoigu, riporta Ria Novosti, di introdurre un cessate il fuoco in Ucraina dalle 12.00 del 6 gennaio alle 24:00 del 7 gennaio, secondo quanto riferito dal servizio stampa del Cremlino. “Visto l’appello di sua Santità il Patriarca Kirill, indico al Ministro della Difesa della Federazione Russa di introdurre un regime di cessate il fuoco lungo l’intera linea di contatto tra le parti in Ucraina dalle 12:00 del 6 gennaio alle 24:00 del 7 gennaio”, afferma la dichiarazione.

Appello del Cremlino a Kiev: “Osservi la tregua natalizia”
Il Cremlino fa appello all’Ucraina perché rispetti anch’essa un cessate il fuoco di 36 ore per il Natale ortodosso. “In considerazione del fatto che un gran numero di cittadini di fede ortodossa vivono nelle zone di combattimento, facciamo appello alla parte ucraina perché dichiari un cessate il fuoco, per dare loro la possibilità di presenziare alle cerimonie della vigilia così come del giorno della Natività di Cristo”, si legge in un comunicato del servizio stampa della presidenza russa ripreso dall’agenzia Ria Novosti.

Erdogan a Putin: serve un cessate il fuoco unilaterale
Il presidente turco, Recep Tayyip Erdogan, ha chiesto in una telefonata con Vladimir Putin un cessate il fuoco “unilaterale” in Ucraina e una soluzione pacifica della crisi. Lo riferisce la presidenza turca, secondo quanto scrive la Tass.  “Gli appelli alla pace e ai negoziati tra Mosca e Kiev dovrebbero essere sostenuti da un cessate il fuoco unilaterale e da una visione per una soluzione equa”, ha detto Erdogan a Putin durante il colloquio telefonico, secondo una dichiarazione rilasciata dalla presidenza turca.(Fonte ANSA)




E’ morta Vivienne Westwood, un’icona nel mondo della moda

LONDRA, 30 dicembre 2022-La stilista di moda Dame Vivienne Westwood è morta all’età di 81 anni.

Si è fatta un nome sulla scena della moda negli anni ’70, con i suoi modelli androgini, le t-shirt con slogan e l’atteggiamento irriverente nei confronti dell’establishment.

Dame Vivienne è morta venerdì “serenamente e circondata dalla sua famiglia a Clapham, a sud di Londra”, hanno detto i suoi rappresentanti.

In una dichiarazione, suo marito e partner creativo Andreas Kronthaler ha dichiarato: “Continuerò con Vivienne nel mio cuore.(fonte standard.co.uk.)

 




Allarme Covid, Malpensa intensifica tamponi di controllo per chi proviene dalla Cina

SOMMA LOMBARDO/MALPENSA, 28 dicembre 2022-Rischia di trasformarsi in un disastro globale l’allentamento delle restrizioni anti Covid in Cina e lo stop alla quarantena che entrerà in vigore l’8 gennaio, pochi giorni prima del capodanno cinese, la festa più importante dell’anno, quando milioni di persone si metteranno di nuovo in viaggio per riunirsi a familiari e amici all’interno del Paese o al di fuori dei confini dopo tre anni di stop.

Già mezzora dopo l’annuncio, i siti di viaggio sono stati presi d’assalto, con la concreta possibilità di provocare nel resto del mondo una nuova ondata di Covid ad altissimo rischio di nuove varianti.

La regione Lombardia è stata la prima, in Italia, a richiedere il tampone molecolare per i passeggeri in arrivo dalla Cina.

Un banner sul sito dell’aeroporto informa i passeggeri della nuova disposizione che sarà valida fino al 30 gennaio, con un rimando al sito Viaggiare sicuri dove si legge che “la Regione Lombardia ha dato indicazione alla ATS INSUBRIA, di riferimento per l’aeroporto di Malpensa, di sottoporre a tampone molecolare di screening per Covid-19 tutti i passeggeri/operatori provenienti dalla Cina”. Si tratta di una misura di prevenzione – al momento non obbligatoria – che serve anche ad accertare il tipo di variante Covid di chi arriva dal Paese asiatico. Ieri sono stati eseguiti 90 tamponi, oggi 120 e domani si avranno i primi risultati sul sequenziamento.

Misure di difesa dal virus sono state decise anche in Paesi come Giappone e India, dove i tamponi sono però obbligatori. (ANSA)




Capodanno: agriturismi al completo. Scelti per il brindisi da oltre 400 mila italiani

VARESE, 28 dicembre 2022-Capodanno al completo per i 25 mila agriturismi italiani che, già da settimane, registrano il tutto esaurito anche per la notte di San Silvestro, soprattutto nelle località di montagna, tra le mete preferite dai 17 milioni di italiani in viaggio durante le feste. Nelle aziende agricole con strutture ricettive, stima Cia-Agricoltori Italiani insieme a Turismo Verde, la sua associazione per la promozione agrituristica, arriveranno per festeggiare la fine dell’anno oltre 400 mila connazionali.

Alle porte, dunque, un brindisi più disteso. Sono oltre 70 milioni i tappi pronti a saltare, al riparo dalle disdette last minute causa Covid del 2021. Eppure -precisano Cia e Turismo Verde- il buon andamento del settore in queste festività natalizie è il racconto parziale di un’Italia comunque in piena crisi, fiaccata dal caro bollette e dall’aumento generalizzato dei prezzi.

Con il Cenone di San Silvestro che costerà in media 120 euro a persona e una spesa complessiva fino a 600 euro per restare fuori casa tutto il weekend, la vacanza di Capodanno è già destinata a essere per pochi. Del resto, oggi, il reddito medio in Italia si attesta sotto i 22 mila euro e solo il 4% dei contribuenti dichiara oltre 70 mila euro.

Detto questo, qualità del cibo e riscoperta dei borghi di prossimità si confermano intoccabili nella lista delle priorità e una famiglia su dieci ha scelto l’agriturismo sia per il pranzo di Natale che per il veglione del 31 dicembre. Nonostante i rincari, resta da preservare il mangiare bene, sano e al giusto prezzo, in un contesto familiare che offre esperienze per tutte le età, a contatto con la natura e il mondo agricolo, le tradizioni locali portate a tavola in piatti tipici e specialità del territorio.
Il settore agrituristico -sottolineano Cia e Turismo Verde- sta certamente vivendo giornate di lavoro importanti, soprattutto la montagna che, per le festività, ha fatto da sola l’80% delle prenotazioni.

Una stagione di ricarica, quindi, che serviva al termine di un ennesimo anno difficile, segnato dalla ripresa del turismo ma anche da costi inaspettati e fuori misura per il comparto.
“Siamo molto soddisfatti del grande fermento che stiamo vivendo, tra clienti che tornano, italiani e stranieri, e nuovi ospiti ai quali far scoprire, insieme agli Agrichef, le nostre produzioni, legate a territorio e tradizioni -commenta il presidente nazionale di Turismo Verde-Cia, Mario Grillo-. Passata l’Epifania, però, sarà difficile tenere su l’entusiasmo. Non basteranno certo 15 giorni di guadagno per arrivare a primavera, visto l’arrivo della bassa stagione e, soprattutto, stando alle bollette esorbitanti”.

Quindi, spiega Grillo, “molte strutture sceglieranno di chiudere fino a Pasqua per mettere al riparo l’azienda e anche il rapporto con i clienti, sui quali non si vuole assolutamente caricare l’aumento dei costi di gestione. Come Turismo Verde-Cia continuiamo a lavorare per preservare un servizio di qualità e l’apporto strategico del settore alla salvaguardia delle comunità e alla promozione del territorio, già reso evidente in pandemia. Nel 2023 il Governo riparta con il piede giusto, attraverso misure concrete e immediate di sostegno o ristoro per il settore, ma anche per valorizzare gli agriturismi in un piano di reale rilancio del Paese a trazione agricola e turistica”.