La storia dell’aviatore proletario Filippo Cevasco, raccontata in un libro di Mauro Varalli: presentazione a Genova

0
365
Filippo Cevasco, aviatore proletario

GENOVA, 28 novembre 2019-Lunedì 9 dicembre alle ore 17,30, presso la Sala del Minor Consiglio del Palazzo Ducale di Genova, avrà luogo la presentazione del volume ”Filippo Cevasco un aviatore proletario” scritto da Mario Varalli e pubblicato dalla casa editrice Gli Archivi Ritrovati.

Il libro esplora la vita avventurosa di Cevasco, nato a fine Ottocento in una famiglia contadina della montagna genovese ed emigrato in America del Sud dove svolge numerosi lavori.

Attratto dal nuovo sport del volo, rientra in Europa e consegue il brevetto di pilota.

Assunto dalla Gabardini, prima a Taliedo e poi a Cameri, come collaudatore e capopilota istruttore, compie raid audacissimi, conquistando diversi record mondiali.

La copertina del libro

Il 2 giugno 1914 parte dall’hangar di Cicognola (Castelletto Ticino) per un volo di allenamento, in preparazione del tentativo di battere il record di altezza con idrovolante, ma in fase di rientro precipita nelle acque del Ticino di Sesto Calende e perde la vita, a soli ventiquattro anni.

All’evento di Palazzo Ducale parteciperà anche Paolo Miana, curatore scientifico dell’Archivio Storico Federighi di Pisa, che parlerà su 1914. Come era fatto e come volava un Gabardini.

Inoltre il pilota Palmiro Dellacasa, pronipote di Cevasco, illustrerà l’Aviazione pionieristica.

A conclusione dell’evento ci sarà la proiezione di un documentario sulla vita di Cevasco, realizzato dal regista Marino Carmelo.

Inoltre nel foyer saranno eccezionalmente esposti il motore Gnome, l’elica e il timone di coda dell’ultimo Gabardini terrestre rimasto, risalente al tempo di Cevasco e conservato dall’Archivio Federighi.

image_pdfimage_printStampa articolo

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui