Vicenda Dentix, Confconsumatori Varese denuncia comportamento scorretto

0
485
Dentix sede di Legnano
VARESE, 6 agosto 2020-L’Associazione Confconsumatori interviene, ancora una volta, a favore dei pazienti coinvolti nella vicenda Dentix, questa volta per rendere noto il modus operandi che sta tenendo una delle società finanziarie coinvolte, ossia la Deustche Bank Easy,
Quest’ultima infatti, sta prendendo contatti telefonici diretti con i pazienti, proponendo loro di continuare le cure illegittimamente interrotte dalla Dentix, presso altre cliniche dentistiche convenzionate sempre con Deustche Bank Easy.
“Questo è quanto ci riferiscono i nostri associati, i quali stanno ricevendo telefonate dalla DBEasy  prospettando loro di continuare le cure presso non meglio specificate cliniche nelle zone limitrofe”, afferma Confcosumatori Varese che aggiunge “Questo comportamento  mette in estrema difficoltà i pazienti; si tratta infatti di un comportamento  né trasparente né rispettoso della  normativa vigente la quale, si ricorda, prevede  che in questi casi il contratto con la finanziaria debba essere risolto e le rate già pagate debbano essere restituite ai pazienti”.
D’altro canto alcuni dirigenti di studi dentistici convenzionati con Deutsche Bank si sono anche permessi di contattare i dirigenti locali di Confconsumatori per proporre l’invio dei malcapitati consumatori presso i loro studi al fine di terminare le cure.
Questa proposta che proviene da Deutsche Bank Easy è quantomeno anomala per cui  la finanziaria, anziché contattare telefonicamente i pazienti, dovrebbe formalizzare eventualmente una seria proposta scritta, su base facoltativa per il paziente (atteso che la scelta del medico curante è una scelta assolutamente personale),  trasparente e dettagliata rispondendo  alle pec inviate per conto dei pazienti direttamente da Confconsumatori.
Si tratta di condotte non lineari che denotano assoluto nervosismo in capo alla società finanziaria che bene farebbe a rendersi disponibile, su base massiccia, al rimborso delle somme che i consumatori hanno speso a fronte di cure mediche non erogate.
Confconsumatori si riserva anche di denunciare tali comportamenti alle Autorità di controllo  competenti nonchè di promuovere procedure presso l’ABF contro la finanziaria stessa.
 Associazione  Confconsumatori Varese 
image_pdfimage_printStampa articolo

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui